Cheilite ghiandolare: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Cheilite ghiandolare È una malattia in cui si osservano iperfunzione congenita o acquisita, iperplasia o eterotopia delle ghiandole salivari sul bordo del bordo rosso delle labbra (zona di Klein). Una caratteristica di questa patologia è la dilatazione dei dotti delle ghiandole salivari e la salivazione permanente. Per chiarire la diagnosi, viene utilizzato uno studio istomorfologico. Il trattamento include un complesso di terapia farmacologica generale e locale e in alcuni casi - intervento chirurgico. Se la cheilite ghiandolare è una conseguenza di un'altra malattia del labbro, è necessario prima eliminare la causa sottostante.

  • Le cause della cheilite ghiandolare
  • I sintomi della cheilite ghiandolare
  • Diagnosi di cheilite ghiandolare
  • Trattamento della cheilite ghiandolare
  • Prognosi e profilassi della cheilite ghiandolare
  • Cheilite ghiandolare - trattamento

  • Cheilite ghiandolare



    la cheilite è un cambiamento congenito o acquisito nella struttura e nella funzione delle ghiandole salivari nella zona di Klein, accompagnata da una salivazione quasi continua. Il processo patologico, di regola, colpisce il tessuto ghiandolare del labbro inferiore, le ghiandole salivari del labbro superiore sono meno colpite. La malattia è cronica e di solito viene diagnosticata all'età di 50-60 anni. Nei pazienti di età inferiore ai 20 anni, la cheilite ghiandolare è estremamente rara. Il rischio di sviluppare la malattia negli uomini è 2 volte superiore a quello delle donne. La patologia è più comune nelle persone con condizioni orali insoddisfacenti, malattie infiammatorie dei denti e delle gengive, fumo e trascuratezza nel trattamento da parte di un dentista. La cheilite ghiandolare non si applica alle malattie precancerose, ma può provocare una degenerazione maligna dell'epitelio delle labbra.

    L'odontoiatria distingue due forme di patologia, ognuna delle quali ha le sue cause. La forma primaria deriva dalle anomalie congenite delle ghiandole salivari. Di norma, se i genitori soffrono di questa malattia, c'è un'alta probabilità che i bambini abbiano un problema simile. Tuttavia, le manifestazioni cliniche delle anomalie vengono diagnosticate solo dopo 20 anni. Nella zona di Klein, si nota l'ipertrofia delle ghiandole salivari, accompagnata da una maggiore salivazione.

    Nella forma secondaria, che si sviluppa sullo sfondo di malattie delle labbra come la leucoplachia, lichen piatto e lupus eritematoso, a causa di costante irritazione, si sviluppano iperplasia del tessuto ghiandolare e iperfunzione ghiandolare. Aumenta la probabilità di sviluppare una forma secondaria di infiammazione cronica della pelle delle labbra, parodontite, parodontite e, in particolare, mal di denti rotti con spigoli vivi e protesi erroneamente fissate. I dotti patologicamente dilatati delle ghiandole salivari possono diventare una porta d'ingresso per l'infezione piogenica, e quindi si verifica una cheilite ghiandolare purulenta (cheilite di Folkman).

    linfoadenite, formazione di ascessi delle labbra e intossicazione generale del corpo. La cheilite ghiandolare non appartiene alle malattie precancerose, ma è un terreno favorevole per la degenerazione maligna del tessuto epiteliale.

    esame istologico Con cheilite ghiandolare, si rivela l'ipertrofia delle ghiandole salivari con un leggero infiltrato infiammatorio intorno ai dotti nella profondità dello strato di tessuto connettivo. Il tessuto epiteliale in alcuni pazienti non ha cambiamenti, altri hanno acantosi e paracheratosi. Il livello granulare è assente, non ci sono cambiamenti nello strato spinoso e basale.

    La diagnosi differenziale viene eseguita con altri tipi di cheilite (attinica, essudativa) che hanno altri segni clinici e istologici, così come lesioni infettive delle labbra con semplice herpes e sifilide secondaria. A tale scopo, vengono condotti test di laboratorio su sangue e strisci dalla lesione al fine di identificare gli agenti causali delle malattie infettive. Heilith Volkman deve essere distinto dall'erisipela e dal foruncolo del labbro.

    il dentista-chirurgo esegue l'anestesia d'infiltrazione, fa un taglio lungo la linea di Klein, rimuove le ghiandole ipertrofiche e impone le suture di sutura.

    cancro del labbro. La prevenzione della cheilite primitiva non è possibile, poiché un bambino nasce con una predisposizione alla funzione anormale della ghiandola salivare. Per la prevenzione della cheilite secondaria, è necessaria un'attenta igiene orale, un trattamento tempestivo delle malattie dentali e smettere di fumare.