Marburg febbre emorragica - cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Febbre emorragica Marburg - malattia infettiva acuta causata da filovirus contenenti RNA (virus Marburg), che procede con capillarotossicosi severa ed elevata letalità. Marburg sintomi di febbre emorragica comprendono febbre alta, grave intossicazione, diarrea grave e vomito, emorragie cutanee, emorragie interne, danni al fegato, cuore, reni e sistema nervoso centrale. La diagnosi prende in considerazione i dati epidemiologici e clinici, i risultati degli studi di laboratorio (virologici, sierologici, microscopici elettronici). I pazienti con febbre emorragica Marburg sono soggetti a ospedalizzazione e isolamento; trattamento, per lo più sintomatico; a volte la terapia con interferone è efficace, l'introduzione del plasma convalescente.

  • Cause di febbre emorragica Marburg
  • I sintomi della febbre emorragica Marburg
  • Diagnosi di febbre emorragica Marburg
  • Trattamento di febbre emorragica Marburg
  • Febbre emorragica Marburg - trattamento

  • Febbre emorragica Marburg



    febbre Ebola, ma tra di loro ci sono alcune differenze nella struttura antigenica.

    La fonte dello scoppio europeo della febbre emorragica di Marburg nel 1967 furono le scimmie verdi portate dall'Africa, la maggior parte delle quali morì a causa di una malattia sconosciuta. La febbre emorragica si è poi sviluppata nelle persone che hanno avuto contatti con i primati, nonché con il personale medico che si prende cura dei malati. Un totale di 7 pazienti con febbre emorragica Marburg morì 7 persone. In seguito casi simili sono stati registrati negli habitat naturali delle scimmie verdi africane, che hanno dato motivo di considerarli come la principale fonte di infezione e il serbatoio del virus Marburg.

    L'infezione umana è possibile per contatto con sangue e altre secrezioni del paziente; goccioline trasportate dall'aria quando il virus entra nella mucosa orale e nella congiuntiva; iniezione per iniezione. C'è un caso noto di infezione con febbre emorragica di Marburg sessualmente. Dopo l'infezione, si forma l'immunità a lungo termine; i casi di malattia ricorrente non sono noti. Dopo la penetrazione iniziale e la replicazione virale in cellule di sistema monociti-macrofagi sviluppa una viremia massiccia, una risposta immunitaria esagerata. Ciò porta a disturbi generalizzati della microcircolazione e allo sviluppo della sindrome DIC, della capillarotossicosi e dell'insufficienza multiorgano. La focolai di necrosi ed emorragia nella febbre emorragica di Marburg formata nel miocardio, polmoni, fegato, reni, ghiandole surrenali, milza e altri organi.

    febbre (fino a 39-40 ° C), brividi, grave intossicazione, accompagnata da mal di testa, frustrazione, mialgia e artralgia. Dal primo giorno, il paziente viene trovato enanthema, congiuntivite, erosione sulla mucosa orale. 3-4 giorni per la febbre emorragica di Marburg è aggravato da crampi dolori addominali, vomito, diarrea acquosa, con conseguente rapida disidratazione si sviluppa.

    5-6 giorno di malattia sul tronco, arti superiori, il collo e il viso appare rash maculopapulare, spesso accompagnata da prurito e desquamazione della pelle. Ulteriore sindrome emorragica si sviluppa: emorragia nella pelle e congiuntiva; sanguinamento gengivale, nasale, uterino, gastrointestinale. Entro la fine della prima settimana, i pazienti con febbre emorragica Marburg hanno determinato segni di epatite, miocardite e danni ai reni. I cambiamenti dal sistema nervoso centrale sono caratterizzati da adynamy, inibizione, convulsioni, perdita di coscienza.

    I segni massimi di tossicosi, disidratazione, manifestazioni emorragiche e disordini di poliorganismo raggiungono la seconda settimana della malattia. Morte di pazienti con febbre emorragica Marburg può derivare da edema polmonare o cerebrale, shock ipovolemico, sindrome DIC, insufficienza renale acuta. Nei pazienti sopravvissuti, il periodo di convalescenza ha un carattere protratto: astenia a lungo termine, dolore alla testa e ai muscoli, dolore addominale periodico; spesso sviluppa alopecia. Tra le complicazioni e sequele di febbre emorragica di Marburg comprendono uveite, l'encefalite, mielite, orchite, atrofia testicolare, polmonite, mentale e disabilità intellettive.

    trombocitopenia, aumento dei livelli di enzimi epatici. Al fine di confermare la diagnosi di febbre emorragica di Marburg utilizzando biologia molecolare e sierologica (RT-PCR, IFA, ELISA, CFT, RN), studi in microscopia elettronica. Il test del biomateriale viene eseguito in appositi laboratori in conformità con i requisiti di massima sicurezza.

    Per valutare il danno degli organi interni, ECG, ecografia renale ed ecografia del fegato, vengono eseguiti l'esame coagulografico, l'analisi generale delle urine, la CBS. In connessione con lo sviluppo di molteplici disturbi degli organi, i pazienti hanno bisogno di consultare un nefrologo, neurologo, gastroenterologo, cardiologo, ematologo, un oculista.

    La diagnosi differenziale viene effettuata con altre febbri emorragiche (gialla, emorragica con sindrome renale, Crimea, Omsk, boliviana, febbre emorragica argentina Lasa, Ebola e altri.). eliminato anche la malaria, il colera, shigellosi, tifo e febbre ricorrente, leptospirosi, epatite, meningite, ecc

    iniezione endovenosa di massa piastrinica. Vi sono informazioni sull'efficacia dell'iniezione plasmatica di conduzione convalescente, terapia con interferone, plasmaferesi. Con lo sviluppo di complicanze batteriche, viene prescritta una terapia antibiotica.

    Prognosi e prevenzione della febbre emorragica Marburg



    La malattia ha una prognosi grave e presenta un rischio maggiore in termini di epidemie. La mortalità tra quelli con febbre emorragica Marburg è del 25-70%. Quando si identificano casi di febbre emorragica di Marburg, è necessario attenersi rigorosamente alle precauzioni raccomandate per trattare infezioni particolarmente pericolose. Il trasporto e il trattamento di pazienti è effettuato in isolatori speciali. La cura per i pazienti deve essere eseguita da personale appositamente addestrato utilizzando dispositivi di protezione individuale. La prevenzione specifica della febbre emorragica di Marburg non è stata sviluppata. È consigliabile organizzare il controllo epidemico di persone provenienti da regioni endemiche.