Ganglioneuroma: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Ganglioneuroma (Ganglioma, ganglio neuroma, gangliocytomas) - un tumore benigno, formata da elementi di gangli simpatici (ganglio). Il ganglioneuroma può avere posizioni molto diverse. Molto spesso è associato a diverse parti della colonna vertebrale, possono essere situati nel cervello, almeno - nelle ghiandole surrenali, tratto gastrointestinale, la pelle, parete della vescica. I sintomi clinici che il ganglioneuroma si manifesta non sono specifici e dipendono dalla posizione del tumore. La diagnosi viene effettuata principalmente mediante computer e risonanza magnetica, nonché mediante esame istologico di un campione bioptico di tessuti tumorali. Il trattamento dei ganglioneuromi è possibile solo con la chirurgia.

  • Le cause del ganglioneuroma originano
  • Classificazione di ganglioneuromi
  • Sintomi di ganglioneuroma
  • Diagnosi di ganglioneuroma
  • Trattamento del ganglioneuroma
  • Previsione ganglioneuromia
  • Ganglioneuroma - trattamento

  • Ganglioneuroma



    neurologia all'avanguardia ritiene che ganglioneuroma si pone come risultato di violazioni che si verificano in utero durante la posa del sistema nervoso simpatico. Questa ipotesi è confermata dalla frequente presenza di pazienti con ganglioneuroma altri difetti di nascita (malformazioni congenite della colonna vertebrale, palatoschisi, labbro leporino, impressioni basilare congenite, atlante assimilazione anomalie Kimerli ecc).

    Probabilmente i fattori che contribuiscono alla formazione del ganglioneuroma sono effetti avversi sul corpo della madre e del feto. Non è solo l'esposizione alle radiazioni, ma anche varie infezioni (rosolia, citomegalovirus, morbillo, sifilide, clamidia, ecc) Intoxication (alcol, droghe, prodotti chimici), malattie croniche della madre, con conseguente ipossia fetale.

    tumori della regione cervicale. Ganglioneuroma, germinare nella spina dorsale, ha la forma di una clessidra, in quanto è costituito da due gruppi, uno situato paravertebrally, e il secondo - nel canale spinale. Clinicamente, un tale tumore si manifesta con sintomi di compressione del midollo spinale e, quando si sviluppa in esso, una clinica non specifica del tumore del midollo spinale. Il ganglioneuroma è caratterizzato da una crescita lenta che, quando localizzata nello spazio retroperitoneale, gli consente di raggiungere dimensioni enormi senza causare alcun sintomo clinico.

    Il ganglioneuroma del cervello è spesso chiamato ganglioncytoma. Rappresenta dallo 01 allo 04% di tutti i tumori di localizzazione intracranica. Il tumore può essere localizzato in qualsiasi parte del cervello, ma i più comuni ganglioneuroma III ventricolo inferiore dell'ipotalamo, strutture sottocorticali, i lobi temporali e frontali, nonché diffusa ganglioneuroma corteccia cerebellare. Di regola, il ganglioncytoma ha una dimensione di non più di 3-4 cm, caratterizzato da crescita lenta e assenza totale di una capsula. Tale tumore può diffondersi sotto forma di escrescenze nel tessuto cerebrale e spuntare le meningi. Il ganglioneuroma del cervello non ha sintomi specifici. Come altri tumori intracerebrali del ganglioneuroma si manifesta con sintomi cerebrali e focali corrispondenti alla sua posizione. Il ganglioneuroma intracerebrale può subire una trasformazione blastomatosa, degenerando in un neuroblastoma maligno (ganglioniroblastoma).

    In rari casi, il ganglioneuroma ha una localizzazione dell'organo. Può colpire le ghiandole surrenali, gli organi del tubo digerente, la vescica. Allo stesso tempo, il quadro clinico è tipico per i tumori surrenali, lo stomaco, l'esofago o l'intestino tenue, i tumori benigni della vescica.

    I raggi X della colonna vertebrale o degli organi del torace possono essere visualizzati come un'oscurità circolare uniforme adiacente alla colonna vertebrale. Nel caso di grandi dimensioni tumori possono essere osservati sintomi "allontanamento costole" e la comparsa di queste "Uzury" (depressioni) a causa della pressione costante del tumore. Con la malignità della ganglioneuromia, i cambiamenti distruttivi delle vertebre e delle costole che si trovano vicino ad esso sono determinati in modo radicale.

    Una vasta gamma di localizzazione ganglioneuroma contribuisce al fatto che il suo volto non solo neurologi, ma anche vertebrologists, gastroenterologi, endocrinologi, urologi e altri. Specialisti nella loro pratica. Clinicamente, un neurologo può sospettare un tumore dai risultati di un esame neurologico del paziente. Per confermare la diagnosi, a seconda della posizione del tumore, RM o TC della colonna vertebrale, TC del torace e del mediastino, è necessaria la risonanza magnetica cerebrale. Confermare la diagnosi di massa tumorale e verificare come ganglionevromu possibile solo con l'esame istologico del campione di tessuto che si ottiene nella biopsia o vertebra biopsia cerebrale stereotassica.

    operazioni sulla colonna vertebrale e interventi chirurgici per i tumori cerebrali. La complessità della rimozione del tumore radicale è che spesso ha dimensioni significative e si trova in strutture vitali del SNC, un intervento chirurgico al quale è associato un pericolo per la vita del paziente. La possibilità di eseguire l'operazione e il suo volume è considerata dal neurochirurgo individualmente in ogni caso specifico.

    La rimozione completa di un tumore a "clessidra" richiede spesso due approcci chirurgici: laminectomia e apertura della cavità toracica o addominale. Tale operazione potrebbe richiedere la partecipazione non solo di neurochirurghi, ma anche di chirurghi toracici. La rimozione radicale del tumore endomidollare spesso non è possibile. In questi casi, il ganglioneuroma viene parzialmente rimosso, la decompressione del midollo spinale e il ripristino della circolazione del liquido.

    La rimozione del ganglioneuroma cerebrale è spesso un intervento palliativo con parziale rimozione del tumore a causa delle sue grandi dimensioni e una significativa diffusione nel tessuto cerebrale. Se non è possibile rimuovere completamente i tumori ventricolari, l'intervento chirurgico è completato da un'operazione di derivazione, bypass ventricolo-peritoneale o drenaggio ventricolare esterno. Dopo la rimozione del ganglioneuroma, viene effettuato un esame istologico obbligatorio del tumore per escluderne la trasformazione in fibroidi gangliari.

    Previsione ganglioneuromia



    I ganglioneuromi maturi di piccola taglia, rimossi con successo da un intervento chirurgico, hanno una prognosi favorevole, sebbene in alcuni casi si osservi la loro recidiva. I tumori di grandi dimensioni e ganglioneuromi in via di maturazione sono meno predittivi. La peggiore prognosi sia per il recupero che per la vita ha tumori con degenerazione blastomatosa.