Astrocitoma del cervello: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Astrocitoma del cervello - tumore neuroepiteliale (gliale) primario intracerebrale, originato da cellule stellate (astrociti). Un astrocitoma del cervello può avere un diverso grado di malignità. Le sue manifestazioni dipendono dalla posizione e si dividono in generale (stanchezza, perdita di appetito, mal di testa) e focale (emiparesi, gemigipesteziya, compromissione della coordinazione, allucinazioni, disturbi del linguaggio, il cambiamento del comportamento). L'astrocitoma del cervello viene diagnosticato sulla base di dati clinici, TC, risonanza magnetica e esame istologico del tessuto tumorale. Il trattamento degli astrocitomi del cervello è solitamente una combinazione di diversi metodi: chirurgici o radiochirurgici, radioterapici e chemioterapici.

  • Eziologia dell'astrocitoma del cervello
  • Classificazione degli astrocitomi del cervello
  • Sintomi di astrocitoma del cervello
  • Diagnosi di astrocitoma del cervello
  • Trattamento di astrocitomi del cervello
  • Previsione dell'astrocitoma del cervello
  • Astrocitoma del cervello - trattamento

  • Astrocitoma del cervello



    tumori gliali. Circa la metà di tutti i gliomi del cervello sono rappresentati da astrocitomi. L'astrocitoma del cervello può verificarsi a qualsiasi età. Più spesso che altri astrotsytomas di un cervello è annotato a uomini all'età da 20 fino a 50 anni. Negli adulti, la localizzazione più tipica di astrocitoma cerebrale è una sostanza bianca degli emisferi (lati del tumore al cervello) nei bambini è più comune lesione del tronco cervelletto e cervello. Occasionalmente, i bambini hanno danni ai nervi ottici (glioma del chiasma e glioma del nervo ottico).

    la neurologia ha mostrato che gli astrociti svolgono una funzione protettiva, prevenendo la traumatizzazione dei neuroni e assorbendo le sostanze chimiche in eccesso prodotte a causa della loro attività vitale. Forniscono nutrimento ai neuroni, partecipano alla regolazione delle funzioni di barriera emato-encefalica e allo stato del flusso sanguigno cerebrale.

    Dati precisi sui fattori che provocano una trasformazione del tumore degli astrociti non sono ancora disponibili. Presumibilmente, il ruolo del meccanismo di innesco, a seguito del quale si sviluppa l'astrocitoma del cervello, è giocato da eccessiva radiazione, esposizione cronica a sostanze chimiche dannose e virus oncogeni. Un ruolo essenziale è anche assegnato al fattore ereditario, poiché nei pazienti con astrocitoma delle rotture genetiche cerebrali nel gene TP53 sono stati trovati.

    tumori del cervello, mentre gli astrocitomi altamente differenziati (benigni) sono solo del 10%.

    mal di testa di natura permanente, mancanza di appetito, nausea, vomito, visione doppia, e /o la comparsa di nebbia davanti agli occhi, vertigini, cambiamenti di umore, stanchezza, diminuita capacità di concentrazione e disturbi della memoria. Sono possibili crisi epilettiche. Spesso le prime manifestazioni di astrocitoma del cervello sono di carattere generale non specifico. Nel tempo, a seconda del grado di malignità dell'astrocitoma, c'è una progressione lenta o rapida della sintomatologia con la comparsa di un deficit neurologico, che indica il carattere focale del processo patologico.

    I sintomi focali degli astrocitomi del cervello sorgono a seguito della distruzione e compressione del tumore situato vicino alle sue strutture cerebrali. Per astrocitomi cerebrali emisferiche caratterizzate da ridotta sensibilità (gemigipesteziya) e debolezza muscolare (emiparesi) del braccio e la gamba opposta al lato emisfero interessata del corpo. La lesione tumorale del cervelletto si distingue per una violazione della stabilità nella posizione eretta e in piedi, problemi con la coordinazione dei movimenti.

    Luogo di astrocitoma cerebrale nel lobo frontale è caratterizzata da inerzia, pronunciata debolezza generale, apatia, diminuzione della motivazione, attacchi di eccitazione mentale e di aggressività, peggioramento della memoria e capacità intellettuali. Le persone intorno a loro notano cambiamenti e stranezze nel loro comportamento. Con la localizzazione degli astrocitomi nel lobo temporale, si osservano disturbi del linguaggio, disturbi della memoria e allucinazioni di diversa natura: olfattiva, uditiva e gustativa. Le allucinazioni visive sono caratteristiche di un astrocitoma situato sul bordo del lobo temporale con il lobo occipitale. Se l'astrocitoma del cervello è localizzato nel lobo occipitale, quindi insieme alle allucinazioni visive, è accompagnato da vari disturbi visivi. L'astrocitoma scuro del cervello causa un disturbo del linguaggio scritto e una violazione delle capacità motorie.

    neurologo, neurochirurgo, oftalmologo e otorinolaringoiatra. Include esame neurologico, esame oftalmologico (determinazione dell'acuità visiva, esame dei campi visivi, oftalmoscopia), audiometria della soglia, esame dell'apparato vestibolare e stato mentale. L'esame strumentale primario dei pazienti con astrocitoma del cervello può rivelare una maggiore pressione intracranica secondo Echo-EG e la presenza di attività parossistica secondo l'elettroencefalogramma. La rilevazione della sintomatologia focale durante un esame neurologico è un'indicazione per CT e RM del cervello.

    L'astrocitoma del cervello può essere rilevato e con angiografia. Stabilire una diagnosi accurata e determinare il grado di malignità del tumore consente l'esame istologico. L'ottenimento di materiale istologico è possibile durante la biopsia stereotassica o intraoperatoria (per affrontare il problema dell'ambito dell'intervento chirurgico).

    La rimozione radiochirurgica stereotassica è possibile solo con una piccola dimensione del tumore (fino a 3 cm) ed è eseguita sotto controllo tomografico utilizzando un telaio stereotassico montato sulla testa del paziente. Con l'astrocitoma del cervello, questo metodo può essere utilizzato solo in rari casi di flusso benigno e crescita limitata del tumore. Il volume dell'intervento chirurgico eseguito mediante trapanazione del cranio dipende dalla natura della crescita dell'astrocitoma. Spesso, a causa della crescita diffusa del tumore nel tessuto cerebrale circostante, il suo trattamento chirurgico radicale è impossibile. In questi casi, può essere eseguita una chirurgia palliativa per ridurre le dimensioni del tumore o una manovra di smistamento mirata a ridurre l'idrocefalo.

    L'astrocitoma del cervello con radioterapia viene eseguito ripetendo (da 10 a 30 sessioni) l'irradiazione esterna dell'area interessata. La chemioterapia viene eseguita da citostatici con l'uso di farmaci orali e iniezioni endovenose. È preferita nei casi in cui l'astrocitoma del cervello viene osservato nei bambini. Recentemente, sono in corso sviluppi attivi per creare nuovi farmaci chemioterapici in grado di influenzare in modo selettivo le cellule tumorali senza causare effetti dannosi sulle cellule sane.

    Previsione di astrocitoma del cervello



    Una prognosi sfavorevole dell'astrocitoma del cervello è associata al suo grado predominante di malignità, una frequente transizione di una forma meno maligna in una recidiva più maligna e praticamente inevitabile. Nei giovani, si osserva un corso più comune e maligno di astrociti. La prognosi più favorevole è se l'astrocitoma del cervello ha un grado I di malignità, ma anche in questo caso la durata della vita del paziente non supera i 5 anni. Per astrocitomi di grado III-IV questa volta è in media 1 anno.