Anoressia: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Anoressia - una malattia basata su un disturbo neuropsichico manifestato da un desiderio ossessivo di perdere peso, paura dell'obesità. I pazienti con anoressia ricorrono alla perdita di peso con l'aiuto di diete, fame, estenuanti esercizi fisici, lavaggio dello stomaco, clisteri, chiamata vomito dopo aver mangiato. Quando l'anoressia si verifica perdita di peso progressiva, disturbi del sonno, depressione, c'è un senso di colpa quando si mangia e si muore di fame, una valutazione inadeguata del loro peso. La conseguenza della malattia - una violazione del ciclo mestruale, spasmi muscolari, pelle pallida, una sensazione di freddo, debolezza, aritmia. In casi gravi: cambiamenti irreversibili nel corpo e nella morte.

  • Classificazione dell'anoressia
  • Fattori di rischio per l'anoressia
  • Sintomi di anoressia nervosa
  • Cambiamenti fisiologici con rifiuto prolungato di cibo
  • Trattamento dell'anoressia nervosa
  • Prognosi per l'anoressia
  • Anoressia - trattamento

  • Anoressia



    insufficienza cardiaca dovuta all'esaurimento generale del corpo.
  • Praticamente il 15% delle donne, trascinato dalle diete e dalla perdita di peso, si porta allo sviluppo di ossessivo e anoressico, la maggior parte degli adolescenti anoressici e delle ragazze giovani. L'anoressia e la bulimia sono una piaga di modelli professionali, il 72% delle ragazze che lavorano sul podio soffrono di queste malattie.
  • L'anoressia può derivare dall'uso di alcuni farmaci, specialmente in dosaggi eccessivi.
  • Come gli alcolisti e i tossicodipendenti, i pazienti con anoressia non riconoscono la presenza di alcun disturbo o percepiscono la gravità della loro malattia.


  • disturbo mentale - depressione, schizofrenia, disturbo ossessivo-compulsivo, idea sovrappeso di perdere peso).

    L'anoressia può anche derivare da carenza di ipotalamo nei bambini e nella sindrome di Kanner.

    insufficienza ipofisaria e ipotalamica, ipotiroidismo, ecc.);
  • malattie dell'apparato digerente (gastrite, pancreatite, epatite e cirrosi, appendicite);
  • insufficienza renale cronica;
  • neoplasie maligne;
  • dolore cronico di qualsiasi eziologia;
  • ipertermia prolungata (a causa di infezioni croniche o disturbi metabolici);
  • malattie dentali.


  • L'anoressia iatrogena può derivare dalla somministrazione di farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale, antidepressivi o tranquillanti, con abuso di stupefacenti e sedativi, anfetamine e caffeina.

    Nei bambini piccoli, l'anoressia può essere causata da una violazione del regime e delle regole di alimentazione, persistente sovralimentazione.

    Il più comune tra le donne (nella stragrande maggioranza - giovani ragazze) è l'anoressia nervosa.

    L'effetto cumulativo della paura del peso in eccesso e un'autostima marcatamente ridotta contribuisce allo sviluppo del rifiuto psicologico del cibo, al rifiuto persistente di usarlo.

    Inconsciamente, l'anoressia diventa il modo più ovvio per sbarazzarsi delle paure di eccesso di peso e perdita di attrattiva. La psicologia adolescenziale, incline all'instabilità, fissa l'idea di perdere peso come sopravvalutata, e la ragazza perde il senso della realtà, cessa di percepire se stessa criticamente e la sua salute. Le ragazze anoressiche possono e, con un'evidente mancanza di peso corporeo fino all'esaurimento, si considerano grassi e continuano a negare al corpo i nutrienti necessari. A volte i pazienti realizzano la loro stanchezza, ma, provando una paura inconscia del mangiare, non possono superarla.

    Durante l'anoressia c'è un circolo vizioso - l'assenza di sostanze nutritive inibisce i centri cerebrali responsabili della regolazione dell'appetito, e il corpo smette di richiedere le sostanze necessarie.

    I disordini alimentari, che includono l'anoressia, sono una delle più comuni malattie psicosociali, dal momento che così tante persone usano la soddisfazione per l'istinto di sazietà come sublimazione delle emozioni positive mancanti. Il cibo diventa l'unico mezzo per ottenere benefici psicologici, ed è anche accusato di fallimenti psicologici, cadendo nell'altro estremo - rifiuto di mangiare.

    Il comportamento nell'anoressia nervosa può essere di due tipi (e la stessa persona può agire in entrambi i modi in momenti diversi):

  • volontà volitiva, osservanza rigorosa di diete, digiuni, vari tipi di metodi di inedia;
  • Sullo sfondo dei tentativi di regolare la nutrizione, ci sono attacchi di eccesso di cibo incontrollato (bulimia) con conseguente stimolazione della purificazione (vomito, clistere).


  • Di norma, si pratica un'attività fisica eccessiva fino a quando si sviluppa la debolezza muscolare.

    disturbi del sonno;
  • sensazione di perdita di controllo sulla propria vita, incapacità di lavorare attivamente, inutilità dello sforzo;
  • l'anoressica non crede di essere malato, rifiuta il bisogno di cure, persiste nel rifiutare il cibo;


  • Manifestazioni fisiologiche

  • il peso corporeo è significativamente (oltre il 30%) inferiore alla norma di età;
  • debolezza, vertigini, tendenza a svenire frequentemente;
  • la crescita di peli sottili e morbidi sul corpo;
  • una diminuzione dell'attività sessuale, delle donne, delle mestruazioni fino all'amenorrea e all'anovulazione;
  • debole circolazione sanguigna e, di conseguenza, una costante sensazione di freddo.


  • bradicardia (rallentamento del battito cardiaco), e grave ipotensione, pelle pallida con cianosi apicale (dita bluastre, la punta del naso), ipotermia, mani e piedi sono freddi al tatto, sono inclini a una maggiore sensibilità alle basse temperature. È caratteristico della pelle secca e una diminuzione della sua elasticità. In tutto il corpo appaiono capelli morbidi e sottili, mentre sulla testa i capelli diventano secchi e fragili, inizia la perdita dei capelli.

    Il grasso sottocutaneo è praticamente assente, l'atrofia del tessuto muscolare inizia, i cambiamenti distrofici negli organi interni. Nelle donne si sviluppa amenorrea.

    Forse la comparsa di edema, emorragie, spesso sviluppano la psicopatia, in casi avanzati di grave disturbo dell'equilibrio idrico-salino conduce a insufficienza cardiaca.

    psicoterapia, è necessario trasmettere la gravità della malattia ai pazienti vicini e convincerli della necessità di un trattamento. Una difficoltà significativa è la convinzione dell'anoressia in presenza della sua malattia mentale e la necessità di un trattamento. Il paziente deve implementare volontariamente misure per trattare l'anoressia, la terapia obbligatoria può essere inefficace e semplicemente impossibile.

    Nella maggior parte dei casi (ad eccezione delle prime fasi, senza impoverimento significativo) trattare l'anoressia in un ambiente ospedaliero, il primo compito è quello di ripristinare il normale peso corporeo e il metabolismo. La libertà di azione e movimento in ospedale per l'anoressica è molto limitata e ulteriori incentivi, sotto forma di passeggiate, incontri con la famiglia e gli amici si ammalano come ricompensa per la conformità con la dieta e aumento di peso. I pazienti stessi in accordo con il medico curante determinano la remunerazione di tali misure in termini di attrattività e il loro interesse per la promozione. La tecnica di tali incentivi è considerato molto efficace nel anoressia moderata, ma nei casi più gravi avanzati, questo metodo non può dare effetto.

    La terapia di base l'anoressia - aiuto psicologico, sostegno, la correzione del disturbo ossessivo-compulsivo, distrazione mentale dalla ossessione per l'aspetto fisico, il peso e le abitudini alimentari, sbarazzarsi del sentimento di inferiorità, lo sviluppo della personalità e rispetto di sé, la capacità di rendere se stessi e il mondo intorno. Per gli adolescenti è raccomandata la terapia familiare.

    l'obesità.