Ankylostomidosis - cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Ankylostomidosis - invasione elmintica causata dalla parassitosi dei nematodi nell'intestino umano (anilestosterone o nekatorov), appartenente alla famiglia Ancylostomatidae. Clinicamente, l'anchilostomiasi si manifesta come eruzione papulo-vescicolare, tosse, mancanza di respiro, anoressia, nausea, dolore addominale, diarrea, anemia sideropenica. La diagnosi di anchilostomiasi è confermata dall'individuazione delle uova di elminto nelle feci e nei contenuti duodenali. Il trattamento dell'anchilostomiasi consiste nella conduzione di sverminazione e correzione dell'anemia, seguita da uno studio di controllo a tre tempi sulle feci.

  • Cause e modalità d'infezione con anilestomidosi
  • Sintomi di anchilostomiasi
  • Diagnosi e trattamento di anchilostomiasi
  • Prognosi e prevenzione dell'anchilostomiasi
  • Ankylostomidosis - trattamento

  • Ankylostomidosis



    elmintiasi (anchilostomiasi e non carotidosi), causata da nematodi parassiti - anchilostomidi. L'anchilostomiasi e la nonkaterosi sono unite in un gruppo sulla base della somiglianza biologica dei patogeni, della frequente parassitizzazione articolare nell'organismo e anche della somiglianza dei segni clinici ed epidemiologici dell'invasione. Entrambe le elmintiasi nelle fasi iniziali si verificano con danno allergico della pelle e del tratto respiratorio e in fasi successive - con una violazione della funzione del tubo digerente e lo sviluppo di anemia da carenza di ferro. L'anchilostomidosi è una malattia parassitaria comune che colpisce il 25% della popolazione mondiale, principalmente in regioni con un basso livello di cultura sanitaria. Secondo l'incidenza dell'infezione, l'anchilostomiasi è seconda solo a enterobiosi e ascariasis.

    dermatite o orticaria: comparsa di un'eruzione cutanea (eritematosa, papulosa, vescicolare), edema locale, bruciore e prurito della pelle, persistente per 10-12 giorni.

    Durante la seconda fase di anchilostomidosi (migrazione delle larve attraverso l'organismo ospite), l'organismo sensibilizza i prodotti della loro attività vitale con lo sviluppo di reazioni allergiche. Inoltre, traumatizzazione di capillari di alveoli polmonari e tessuti del tratto respiratorio è clinicamente manifestata da polmonite focale, pleurite, bronchite, tracheite, laringite. I pazienti con anchilostomidosi si lamentano di tosse, mancanza di respiro, raucedine della voce, stato subfebrillare.

    Nella terza fase (intestinale), l'anchilostomidosi passa 30-60 giorni dopo l'invasione. Questo stadio ha un decorso lungo e cronico ed è associato alla parassitizzazione dell'anchilostoma nell'intestino tenue, dove sono attaccati alla mucosa per mezzo di denti, ferendola. Nel luogo di fissazione del parassita si formano erosioni e ulcere che possono sanguinare a lungo portando allo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro. Inoltre, il metodo essendo nutrizione ematofagi, anchilostomatide americana ogni individuo consuma quotidianamente 003-005 ml di sangue, anchilostomatide - 016-034 ml, che contribuisce anche alla perdita cronica di sangue. La fase intestinale di anchilostomiasi si verifica con la duodenite, una compromissione dell'appetito, una distorsione del gusto, nausea, vomito, dolore epigastrico, diarrea o costipazione.

    Con un prolungato corso di anchilostomiasi o massiccia invasione nei bambini, può esserci una diminuzione del peso corporeo, un ritardo nello sviluppo mentale e fisico. I pazienti adulti possono soffrire di irritabilità, disturbi del sonno, aumento della fatica; le donne hanno spesso un ciclo mestruale. Lo sviluppo dell'anemia è accompagnato da debolezza, vertigini, tachicardia, rumore nelle orecchie.

    otorinolaringoiatra, pneumologo, gastroenterologo o terapeuta. I dati clinici ed epidemiologici sono presi in considerazione nella diagnosi di anchilostomiasi. Nel sangue periferico, si osserva anemia da carenza di ferro ipocromica, aumento di ESR, eosinofilia e ipoalbuminemia. Nello studio dell'analisi dell'espettorato generale, si trova un gran numero di eosinofili. Nella fase di migrazione, le radiografie polmonari possono rivelare infiltrati eosinofilici infiammatori; su ECG - segni di distrofia miocardica. La radiografia del passaggio del bario indica un'ipotensione dell'intestino, una violazione della motilità con i fenomeni di ristagno delle feci.

    Decisivi per la conferma della malattia da anchilostoma sono i risultati dell'analisi delle feci per le uova di elminti o l'esame del contenuto di duodeno ottenuto mediante sondaggio duodenale. Inoltre, vengono utilizzati metodi diagnostici sierologici (emoagglutinazione e reazioni di agglutinazione al lattice). Poiché le uova di anchilostomide hanno la stessa struttura, l'identificazione di elminti (anchilostoma e nekatorov) è possibile solo dopo la sverminazione e la partenza dalle feci degli adulti. L'anchilostomidosi richiede una diagnosi differenziale con altre elmintiasi e anemia di un'altra eziologia.

    La terapia etiotropo di anchilostomiasi viene effettuata con farmaci antielmintici prescritti da un medico come specialista in malattie infettive (parassitologo). Le seguenti medicine sono utilizzate per la deelminizzazione: pyrantel, behenium hydroxynaphtoate, levamisole, mebendazole. 3-4 settimane dopo la terapia antielmintica, l'efficacia del trattamento è monitorata - uno studio triplo delle feci con un intervallo di 1 mese. Il trattamento sintomatico e patogenetico dell'anchilostomidosi prevede la nomina di preparati di ferro, vitamina B12 acido folico, antistaminici, ecc.

    Prognosi e profilassi dell'anchilostomiasi



    Nella maggior parte dei casi, con la diagnosi tempestiva e il trattamento dell'anchilostomidosi si ottiene un recupero completo. visita medica successiva di pazienti sottoposti a hookworm, effettuata ogni anno per 4 anni; chi ha subito la non-carobosi - per 7 anni. Grave complicanze e forme letali di anchilostomiasi si sviluppano quando la malattia progredisce.

    Le misure preventive consistono in norme di igiene personale - Il lavaggio delle mani dopo aver usato la toilette, la protezione della pelle a contatto con il terreno, lavorazione accurata di frutta e verdura, far bollire l'acqua prima di bere, ecc è importante sanificazione appezzamenti di terreno e gli oggetti dell'ambiente, presumibilmente contaminato da larve di anchilostomide. I gruppi a rischio per l'incidenza di anchilostomidosi devono essere sottoposti a una visita medica annuale.