Angina: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Angina - Processo infettivo-allergico, cambiamenti locali in cui interessano l'anello linfatico faringeo, più spesso le tonsille palatine. Il decorso dell'angina è caratterizzato da un aumento della temperatura corporea, da una sindrome generale da tossicità, da mal di gola durante la deglutizione e dall'aumento e dall'indolenzimento dei linfonodi cervicali. All'esame si evidenziano iperemia e ipertrofia delle tonsille e degli archi palatine e talvolta depositi purulenti. L'angina viene diagnosticata da un otorinolaringoiatra sulla base dei dati di faringoscopia e della semina batteriologica dalla gola. Con l'angina viene indicato un trattamento locale (gargarismi, lavanda, trattamento delle tonsille con farmaci), terapia antibiotica, fisioterapia.

  • Classificazione di angina
  • Angina primaria
  • Angina specifica
  • Angina - trattamento
  • Angina - illustrazione

  • Angina



    denti cariati, seni annessiali (con sinusite) o cavità nasali. Con l'indebolimento dell'immunità, l'angina può essere causata da batteri e virus che sono costantemente presenti sulla mucosa della bocca e della faringe.

    L'otorinolaringoiatria distingue tre tipi di angina:

  • Angina primaria (altri nomi - angina comune, semplice o normale). Malattia infiammatoria acuta di natura batterica. Caratteristiche caratteristiche dell'infezione generale e sintomi di sconfitta del tessuto linfoide dell'anello faringeo.
  • Angina secondaria (angina sintomatica). È una delle manifestazioni di un'altra malattia. lesioni tonsille possono essere accompagnate da alcune malattie acute infettive (mononucleosi infettiva, difterite, scarlattina), malattia del sangue (leucemia, angina settica, agranulocitosi).
  • Angina specifica. La malattia è causata da uno specifico agente infettivo (funghi, spirocheta, ecc.).


  • streptococco di gruppo A. Nei restanti casi, l'agente eziologico è rappresentato da pneumococco, Staphylococcus aureus o flora mista.

    L'angina primaria è la seconda più comune dopo la SARS. Si sviluppa spesso in primavera e in autunno. Colpisce principalmente bambini e adulti di età inferiore ai 35 anni. Solitamente trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. A volte si sviluppa a seguito di infezione endogena.

    La probabilità di insorgenza dell'angina aumenta con l'ipotermia generale e locale, diminuzione dell'immunità, ipovitaminosi, respirazione nasale, aumento della secchezza dell'aria, dopo l'infezione virale respiratoria acuta.

    I sintomi più comuni di mal di gola sono causati dalla penetrazione di prodotti microbici nel sangue. Le tossine microbiche possono causare danni tossici al sistema cardiovascolare e nervoso, provocare lo sviluppo di glomerulonefrite e reumatismi. Il rischio di complicanze aumenta con frequenti recidive di mal di gola.

    Classificazione


    A seconda della profondità e carattere dell'anello linfoide faringea tessuto lesione secernono catarrale, lacunari, follicolare e angina necrotico primaria, a seconda della gravità - angina lieve, moderata e severa.

    I sintomi di


    La durata del periodo di incubazione varia da 12 ore a 3 giorni. Caratterizzato da un esordio acuto con ipertermia, brividi, dolore durante la deglutizione, aumento dei linfonodi regionali.

    Nell'angina catarrale si osserva una condizione subfebrilare, intossicazione generale moderata, segni indistinti di infiammazione da esami del sangue. Con la faringoscopia, l'iperemia luminosa diffusa della parete faringea posteriore, si rivela un palato duro e morbido. L'angina catarrale dura per 1-2 giorni. L'esito può essere un recupero o una transizione verso un'altra forma di angina (follicolare o catarrale).

    L'angina follicolare e lacunare è caratterizzata da un'intossicazione più pronunciata. I pazienti lamentano mal di testa, debolezza generale, dolore alle articolazioni, ai muscoli e all'area cardiaca. L'ipertermia è nota fino a 39-40 ° C. Nell'analisi generale del sangue, la leucocitosi viene determinata con uno spostamento a sinistra. L'ESR aumenta a 40-50 mm /h.

    All'esame faringoscopico del paziente con angina lacunare, si manifestano iperemia pronunciata, allargamento delle lacune, edema e infiltrazione delle tonsille. L'incursione purulenta si estende oltre le lacune e forma un rivestimento sciolto sulla superficie della tonsilla. La placca ha la forma di un film o di singoli piccoli fuochi, non si estende oltre l'amigdala, facilmente rimossa. Quando la placca viene rimossa, il tessuto della tonsilla non sanguina.

    Quando tonsillite su pharyngoscope rivelato ipertrofia delle tonsille e gonfiore pronunciato, i cosiddetti immagine "cielo stellato" (plurale bianco-giallo follicoli purulente). Quando la dissezione spontanea del follicolo si forma placca purulenta, che non si estende oltre l'amigdala.

    L'angina necrotizzante è caratterizzata da grave intossicazione. C'è febbre persistente, confusione, vomito ripetuto. Le analisi del sangue hanno rivelato la leucocitosi pronunciata con un forte spostamento verso sinistra, la neutrofilia, un aumento significativo della VES. Con la faringoscopia si osserva una placca grigia o verdognola densa con una superficie irregolare, opaca e butterata. Quando la placca viene rimossa, il tessuto della tonsilla sanguina. Dopo il rifiuto di siti difetto del tessuto necrotico sono di forma irregolare, con un diametro di 1-2 cm. E 'possibile necrosi diffuso oltre la tonsille sulla parte posteriore della gola, della lingua e l'arco.

    Complicazioni


    complicazioni angina precoce (otite, linfoadenite linfonodi regionali, sinusite, ascesso peritonsillar, peritonzillit) si verificano durante la propagazione di malattie infiammazione strettamente distanziati su organi e tessuti.

    Successive complicanze della genesi infettiva-allergica da angina (glomerulonefrite, cardite reumatica, reumatismo articolare) si sviluppano 3-4 settimane dopo l'insorgenza della malattia.

    Diagnostica


    La diagnosi si basa sui sintomi della malattia e dei dati sulla faringoscopia. Per confermare la natura dell'agente infettivo, vengono eseguiti uno studio batteriologico del muco delle tonsille e un esame sierologico del sangue.

    Trattamento


    Il trattamento, di regola, è ambulatoriale. Con una forma grave di angina, è indicato il ricovero in ospedale. Ai pazienti viene prescritta una dieta moderata, un sacco di bevande, farmaci antibatterici (cefalosporine, macrolidi, sulfonamidi). Il corso del trattamento è di 5-7 giorni. Localmente applicato Faringosept, bioparoks, gramicidina, risciacquare decotto di erbe e soluzioni antisettiche, tonsille irrigazione sebidinom, Ingalipt e kameton.

    Candida albicans. Negli ultimi anni, c'è stato un aumento nell'incidenza di mal di gola candidosi causato dall'uso diffuso di glucocorticoidi e antibiotici. L'angina fungina, di regola, si sviluppa sullo sfondo di un'altra malattia dopo un lungo ciclo di terapia antibiotica.

    La sintomatologia generale non è espressa o espressa debolmente. Con l'esame faringoscopico, si sovrappongono delle sovrapposizioni bianche o giallastre sulle tonsille, che a volte si diffondono sulla mucosa delle guance e della lingua. Il raid è facilmente rimosso.

    La diagnosi è confermata dai risultati dell'esame micologico. Il trattamento consiste nell'abolizione degli antibiotici, nella nomina di farmaci antifungini, nella terapia riparativa, nel lavaggio delle tonsille con soluzioni di nistatina e levorina.

    Angina Simanovsky-Plaut-Vincent (angina membranosa ulcerosa).


    Si sviluppa con intossicazioni croniche, esaurimento, ipovitaminosi, immunodeficienze. Chiamato dai rappresentanti della flora saprofitica della cavità orale - situato in una simbiosi spirocheta di Vincent e un bastone di Plaut-Vincent.

    La sintomatologia generale non è espressa o espressa debolmente. Di solito viene colpita un'amigdala. Sulla sua superficie superficiale si formano ulcere, ricoperte da un rivestimento grigio-verde con odore putrefattivo. Quando si rimuove la placca, la tonsilla sanguina. Dopo il rigetto dell'area necrotica, si forma un'ulcera profonda che guarisce senza formare un difetto.

    La diagnosi è confermata dai risultati dell'esame batteriologico. Esiste una terapia riparatoria generale. Le aree interessate sono macchiate con una soluzione di acido borico o blu di metilene, risciacquate con una soluzione debole di permanganato di potassio e perossido di idrogeno. Con necrosi profonda e decorso prolungato, è indicata la terapia antibiotica.