Shock anafilattico: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Shock anafilattico È una condizione patologica acuta che si verifica quando rientra l'allergene, con conseguenti gravi disturbi emodinamici e ipossia. Le principali cause di anafilassi sono l'assunzione di vari farmaci e vaccini, punture di insetti, allergia alimentare. In grave shock arriva rapidamente la perdita di coscienza, coma si sviluppa e l'assenza di emergenza - la morte. Il trattamento consiste nel fermare l'assunzione di allergene, il ripristino della funzione della circolazione sanguigna e la respirazione, se necessario - rianimazione.

  • Cause di shock anafilattico
  • Sintomi di shock anafilattico
  • Diagnosi di shock anafilattico
  • Trattamento di shock anafilattico
  • Shock anafilattico - trattamento

  • Shock anafilattico



    La reazione allergica aumenta ogni anno. Per esempio, negli Stati Uniti ogni anno, più di 80 mila casi di reazioni anafilattiche, e il rischio di almeno un episodio di anafilassi durante la vita lì in 20-40 milioni di abitanti. Secondo le statistiche, in circa il 20% dei casi, la causa dello shock anafilattico è l'uso di droghe. Spesso, l'anafilassi termina in un esito fatale.

    insufficienza cardiovascolare. reazioni allergiche sistemiche con shock anafilattico ed è accompagnato dallo sviluppo di insufficienza respiratoria da broncospasmo, accumulo nel lume dello scarico muco viscoso bronchi, comparsa di sanguinamento e atelettasia nel tessuto polmonare, stasi sanguigna nella circolazione polmonare. Si notano violazioni e dalla pelle, dalla cavità addominale e dalla piccola pelvi, dal sistema endocrino, dal cervello.

    vertigini, debolezza, sincope, aritmie (tachicardia, extrasistole, fibrillazione atriale, e così via. d.), lo sviluppo di collasso vascolare, infarto del miocardio (dolore al petto, la paura della morte, ipotensione). sintomi respiratori della shock anafilattico - è la comparsa di una grave mancanza di respiro, naso che cola, raucedine, respiro sibilante, broncospasmo, e asfissia. disturbi neuropsichiatrici sono caratterizzati da forte mal di testa, agitazione psicomotoria, sentimenti di paura, ansia, sindrome convulsiva. Ci possono essere violazioni degli organi pelvici (minzione involontaria e defecazione). Segni cutanei di anafilassi - la comparsa di eritema, orticaria, edema angio.

    Il quadro clinico sarà diverso a seconda della gravità dell'anafilassi. Ci sono 4 gradi di gravità:

    Con I grado le violazioni dello shock sono minori, la pressione sanguigna (PA) è ridotta di 20-40 mm Hg. Art. La coscienza non è disturbato, preoccupato secchezza alla gola, tosse, dolore toracico, vampate di calore, una preoccupazione comune, può essere un rash cutaneo.

    Per II grado Lo shock anafilattico è caratterizzato da disturbi più pronunciati. In questa pressione sanguigna sistolica scende a 60-80 e la pressione diastolica scende a 40 mmHg. Preoccupato per sentimenti di paura, debolezza, vertigini, fenomeni rinocongiuntivite, eruzioni cutanee con prurito, angioedema, difficoltà a deglutire e parlare, dolore addominale e parte bassa della schiena, la gravità del torace, mancanza di respiro a riposo. Spesso c'è un vomito ripetuto, il controllo di processo di un'emissione e una defecazione sono rotte.

    III grado La gravità dello shock si manifesta con una diminuzione della pressione arteriosa sistolica a 40-60 mm Hg. Arte e diastolica -. A 0. C'è un perdita di coscienza, pupille si dilatano, la pelle è fredda, umida, polso diventa flebile, sviluppa convulsioni.

    IV grado Anafilassi si sviluppa rapidamente come un fulmine. In questo caso, il paziente è incosciente, la pressione sanguigna e il polso non sono determinati, non vi è attività cardiaca e respirazione. È necessaria una rianimazione urgente per salvare la vita del paziente.

    Quando si esce dalla stato di shock del paziente viene mantenuto debolezza, affaticamento, letargia, febbre, mialgia, artralgia, mancanza di respiro, dolore nel cuore. Ci possono essere nausea, vomito, dolore in tutto lo stomaco. Dopo il rilievo delle manifestazioni acute di shock anafilattico (entro le prime 2-4 settimane) spesso sviluppano complicazioni quali asma bronchiale e orticaria ricorrenti, miocardite allergica, l'epatite, glomerulonefrite, lupus eritematoso sistemico, periarteritis nodosa, ecc

    Analisi del sangue (leucocitosi solito rilevato, aumento del numero di eritrociti, neutrofili, eosinofili), valutata la gravità di acidosi respiratoria e metabolica (pH misurato, pressione parziale di ossigeno e anidride carbonica nel sangue) è determinato dal bilancio idrico-elettrolitico, indicatori del sistema di coagulazione, ecc
    .
    Esame allergologica in stato di shock anafilattico consiste nel determinare triptasi e IL-5 livelli di totali e specifiche immunoglobuline E, istamina, e dopo sollievo di manifestazioni acute di anafilassi - Identificazione di allergeni per mezzo di campioni di pelle e ricerche di laboratorio.

    segni elettrocardiografici sono determinati dal sovraccarico del cuore destro, ischemia miocardica, tachicardia, aritmia. Sulla radiografia del torace possono essere rivelati segni di enfisema. Nella fase acuta di shock anafilattico e per 7-10 giorni il monitoraggio della pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e la respirazione, elettrocardiogramma detenuti. Se necessario, assegnato pulsiossimetria detenzione e capnometria capnografia, arteriosa e determinando metodo invasivo della pressione venosa centrale.

    La diagnosi differenziale con altre condizioni che sono accompagnati da una diminuzione marcata della pressione sanguigna, deterioramento della coscienza, la respirazione e l'attività cardiaca: shock cardiogeno e settica, infarto del miocardio e l'insufficienza cardiovascolare acuta di varia origine, embolia polmonare, la sincope e la sindrome epilettica, ipoglicemia, avvelenamenti acuti e altri. e 'opportuno distinguere simili manifestazioni shock anafilattico di reazioni anafilattiche che si sviluppano per n rvoy incontro con l'allergene, e che non coinvolgere i meccanismi immunitari (interazione antigene-anticorpo).

    A volte la diagnosi differenziale con altre malattie è difficile, specialmente in situazioni in cui vi sono molteplici fattori causali dietro lo sviluppo di shock (una combinazione di diversi tipi di urti, e adesione a, anafilassi in risposta alla somministrazione di qualsiasi farmaco).

    tracheotomia), assicurare l'apporto di ossigeno puro ai polmoni.

    simpaticomimetici da somministrare (epinefrina) per via sottocutanea nuovamente seguita da somministrazione flebo per migliorare. In forma grave di shock anafilattico somministrato per via endovenosa alla dopamina in una dose scelta individualmente. Il circuito di emergenza inclusa glucocorticoidi (prednisolone, desametasone, betametasone), viene eseguita la terapia di infusione, consentendo di riempire il volume di sangue circolante, per eliminare emoconcentrazione e ripristinare la pressione sanguigna accettabile. Il trattamento sintomatico implica l'uso di antistaminici, broncodilatatori, diuretici (per condizioni rigorose e dopo la stabilizzazione della pressione arteriosa).

    Il trattamento ospedaliero dei pazienti con shock anafilattico viene effettuato per 7-10 giorni. Successivamente la sorveglianza necessaria per individuare le possibili complicanze (reazioni tardive allergiche, miocardite, glomerulonefrite e simili. D.) e trattata tempestivamente. La prognosi di shock anafilattico dipende dalla tempestività delle misure terapeutiche adeguate e condizioni generali del paziente, presenza di malattie concomitanti.