Cirrosi alcolica del fegato - cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Cirrosi alcolica del fegato - il processo di morte degli epatociti e la loro sostituzione con tessuto connettivo fibroso a causa del consumo prolungato di bevande alcoliche. Si manifesta con astenia, esaurimento e sintomi dispeptici, ingrossamento del fegato e dell'ittero cutaneo, segni di insufficienza epatica, ipertensione portale, encefalopatia tossica. Per la diagnosi, viene eseguito un profilo biochimico, ultrasuono, CT, ERCP. I metodi diagnostici più affidabili sono la biopsia epatica o elastografica. Il trattamento si basa sul completo abbandono dell'alcool e sulla sostituzione delle funzioni epatiche perdute, con l'impossibilità del recupero, una parte del fegato viene trapiantata.

  • Cause di cirrosi alcolica del fegato
  • Classificazione della cirrosi alcolica del fegato
  • Sintomi della cirrosi alcolica del fegato
  • Diagnosi di cirrosi alcolica del fegato
  • Trattamento della cirrosi alcolica del fegato
  • Cirrosi alcolica del fegato - trattamento

  • Cirrosi alcolica del fegato



    alcolismo, caratterizzato dalla distruzione di epatociti, che spesso porta alla morte nel corso di diversi anni dalla comparsa di segni di insufficienza epatica. Ha un decorso più sfavorevole nelle donne, poiché un livello elevato di estrogeni favorisce un danno epatico più rapido e più grave. Alla transizione della cirrosi allo stadio terminale, la morte avviene entro metà anno in metà dei pazienti. Se si rinuncia a bere, la condizione migliora in modo significativo, ma una cura completa può essere raggiunta solo mediante trapianto di fegato. Le statistiche depressive mostrano che dal 10 al 50% dei pazienti dopo una ripresa del trapianto di fegato di uso di alcol.

    gastroenterologia, la cirrosi colpisce solo il 35% di tutti i pazienti con alcolismo. È noto che lo sviluppo di una grave fibrosi epatica richiede una combinazione di diversi meccanismi dannosi. Quindi, i fattori di rischio per la cirrosi sono la predisposizione genetica, l'uso a lungo termine anche di piccole dosi di qualsiasi alcool, il consumo di cibi grassi e piccanti, la mancanza di proteine ​​e vitamine, il sesso femminile.

    Poiché l'etanolo ingerito viene elaborato specificamente nel fegato, i radicali liberi che si formano durante questo processo influenzano soprattutto questo organo. In questo caso, le membrane cellulari sono danneggiate e successivamente distrutte. Violato la struttura dell'endotelio vascolare, ciò che causa il loro spasmo con conseguente ipossia del tessuto epatico e peggioramento del danno agli epatociti. Tutti questi processi stimolano la produzione di tessuto fibroso, che sostituisce gradualmente le aree morte. Il fegato perde gradualmente le sue funzioni, le principali delle quali sono la formazione di proteine, ematopoietiche, disintossicazione. Questi processi sono irreversibili, portano alla disabilità e alla morte, la cura è possibile solo con il trapianto di organi.

    La sindrome di Asthenic è caratterizzata da affaticamento rapido, indifferenza, perdita di appetito, sviluppo di depressione. Sviluppa gradualmente la cachessia - estremo grado di esaurimento. C'è un'ipotensione arteriosa con tachicardia. Arrossamento caratteristico del naso, guance, piedi e palme. Le ghiandole parotidee sono ingrandite. Negli uomini, ci sono segni di eccesso di estrogeni: il grasso si deposita nell'addome e nelle cosce, le gambe e le braccia rimangono molto sottili, il petto cresce, le ghiandole genitali maschili sono atrofizzate, l'infertilità si sta sviluppando. La pelle e le mucose ingialliscono, i lividi si formano spesso sulla pelle. Le dita diventano una specie di bacchette, piccoli segni bianchi appaiono sulle unghie. Patognomonica per questa patologia è lo sviluppo della contrattura di Dupuytren - l'accorciamento dei tendini dei muscoli flessori dei palmi con la perdita della loro funzione motoria.

    Se non si inizia a trattare la cirrosi in tempo, la perdita della funzionalità epatica porta a gravi complicazioni e cambiamenti irreversibili nel corpo. Ci sono vene varicose dell'esofago e del retto, spesso si verificano sanguinamenti dalle vene alterate, portando ad un significativo deterioramento della condizione.

    Ci sono segni di ipertensione portale (aumento della pressione nella vena porta). Un versamento (ascite) si forma nella cavità addominale. L'addome aumenta di dimensioni, chiaramente traccia la rete venosa sotto forma di una testa di medusa. In futuro, questo versamento può infiammarsi (a causa di una diminuzione dell'immunità) e si sviluppa la peritonite. Aumenta significativamente il fegato.

    Negli stadi successivi, si sviluppa l'encefalopatia epatica - poiché il fegato non svolge la funzione di disintossicazione, le tossine circolano liberamente nel sangue e causano danni alle cellule cerebrali. Ci sono vari disturbi della coscienza, cambiamenti di personalità. Inoltre, il danno al fegato può portare alla rottura dei polmoni, dello stomaco e dell'intestino, dei reni, per provocare lo sviluppo di pancreatite. Il danno ai nervi si manifesta con polineuropatia periferica. A volte, a seguito di alterazioni cirrotiche nel fegato, si forma una neoplasia maligna - carcinoma epatocellulare.

    trombociti, ci può essere leucocitosi. Nella biochimica del sangue, vi è un aumento dei livelli di gamma globuline, immunoglobulina A, transferrina. Il rapporto di AST e ALT è spostato verso AST (normalmente uguale a uno). L'indice PGA (protrombina, gamma-glutamiltranspeptidasi, apolipoproteina A1) aumenta - se supera i 9 il rischio di cirrosi è quasi pari al 90%. I marker di fibrosi (qualsiasi, non solo il fegato) sono determinati: laminina, acido ialuronico, procollagene di tipo 3 collagene di tipo 4 metalloproteinasi di tipo 4 ecc .; peggiore coagulogramma. È necessario determinare i marcatori dell'epatite virale, poiché la trasformazione cirrotica predispone al loro sviluppo. Nell'analisi di urina e feci, ci sono anche cambiamenti.

    I metodi di ricerca strumentale più istruttivi. Sull'ecografia degli organi della cavità addominale, vengono valutate la dimensione e la struttura del fegato, la presenza di focolai di fibrosi, lo stato della milza. La risonanza magnetica e la TC della cavità addominale consentono di effettuare scatti mirati a strati, valutare la struttura del tessuto epatico, i passaggi epatici, gli organi circostanti (pancreas, milza) e le navi. EGDS consente di esaminare le pareti dell'esofago e dello stomaco per le vene varicose. ERCPG rende possibile valutare la condizione dei passaggi epatici, la presenza delle loro stenosi e costrizioni.

    Il più informativo è l'elastografia e la puntura del fegato. L'elastografia è un metodo di ricerca ad ultrasuoni che consente di stimare la quantità di tessuto connettivo in un organo e, sulla base di ciò, determinare la gravità della fibrosi. Una tecnica più invasiva è la biopsia epatica percutanea seguita da uno studio bioptico.

    Per valutare accuratamente la gravità e la gravità della cirrosi, viene utilizzata la scala di Child-Pugh. Valuta i livelli di protrombina, bilirubina, albumina; dopo questo, viene determinata la presenza di ascite ed encefalopatia tossica epatica. Dopo aver valutato tutti gli indicatori, una classe di cirrosi: A (compensata), B (subcompensata) o C (scompensata).

    gastroenterologo, epatologo, terapista, chirurgo, psichiatra e narcologo. Se necessario, sono coinvolti dottori di altri profili.

    Condizione assolutamente necessaria per il successo del trattamento della cirrosi è un rifiuto totale di bere alcolici. Al paziente viene prescritta una dieta terapeutica (la quinta tabella epatica), ricca di proteine ​​e vitamine, un regime protettivo.

    Il trattamento conservativo comprende l'uso di epatoprotettori, farmaci acido ursodesossicolico, vitamine essenziali (A, B, C, E), ormoni glucocorticoidi. L'ademetina è stata ampiamente utilizzata: questa sostanza è in grado di proteggere le cellule del fegato dalla distruzione, stimolando il loro recupero, migliorando il deflusso della bile, proteggendo il cervello dalle tossine, neutralizzando le tossine ed eliminando la depressione. Gli inibitori delle proteasi prevengono la formazione di tessuto connettivo, hanno un effetto antinfiammatorio.

    Il trattamento dell'ipertensione portale comprende farmaci che limitano il flusso di sangue nel campo dei vasi dilatati da varici: ormoni ipofisari, nitrati, beta-bloccanti, diuretici. Inoltre, è necessario prescrivere il lattulosio, che migliora la digestione e migliora l'escrezione delle tossine attraverso l'intestino.

    Il trattamento dell'ascite viene effettuato con l'aiuto di decongestionanti, albumina per via endovenosa. Ciò faciliterà il movimento del fluido nel letto vascolare e la rimozione del suo eccesso attraverso i reni.

    Al fine di trattare l'encefalopatia epatica, il paziente deve ricevere una terapia per infusione disintossicante, una dieta a ridotto apporto proteico, lattulosio, farmaci antibatterici.

    Il trattamento chirurgico della cirrosi consiste nel trapianto del fegato del donatore. Per il collocamento in coda per il trapianto, è necessario soddisfare la condizione obbligatoria: rifiuto di bere bevande alcoliche durante sei mesi.

    Il trattamento chirurgico delle complicanze della fibrosi epatica consiste nella rimozione della milza, dello shunt portosistemico o splenorenale; sutura, sclerosante o legatura delle vene esofagee, tamponamento a palloncino dell'esofago da parte della sonda Blackmore.

    Prognosi e prevenzione della cirrosi alcolica del fegato



    La prevenzione della fibrosi epatica con l'alcolismo è il rifiuto totale delle bevande alcoliche, il trattamento tempestivo dell'epatite alcolica, l'osservanza di una dieta ricca di proteine.

    La prognosi della malattia con completo rifiuto dell'alcool è più favorevole nei giovani con un peso corporeo normale, negli uomini, con l'inizio tempestivo del trattamento. Più alta è la classe di sconfitta del tessuto epatico sulla scala di Child-Pugh, peggiore è il tasso di sopravvivenza. Nella classe C, metà dei pazienti muore entro un anno e mezzo.