Delirio alcolico di gelosia - cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Delirio alcolico di gelosia - psicosi cronica del metallo, caratterizzata dalla prevalenza di idee di adulterio. Si sviluppa gradualmente, può rimanere a lungo inosservato per gli altri. È accompagnato dalla formazione di un sistema di idee deliranti, che perdono gradualmente la loro connessione con la realtà. I pazienti possono monitorare il coniuge, fare affermazioni irragionevoli, forzare le confessioni e mostrare comportamenti sadici nei confronti della moglie. Le idee deliranti persistono anche dopo il rifiuto dell'alcool, con un trattamento qualificato e un'astinenza prolungata, si osserva una riduzione del delirio.

  • Cause dello sviluppo e fattori predisponenti
  • Sintomi e diagnosi di gelosia da delirio alcolico
  • Trattamento e prognosi per il delirio alcolico della gelosia
  • Delirio alcolico di gelosia - trattamento

  • Delirio alcolico di gelosia



    alcolismo. Soffrono gli uomini di età pari o superiore a 40 anni, l'età media dei primi sintomi - 49 anni. Nelle donne, questa patologia viene diagnosticata molto raramente.

    Le caratteristiche distintive di questa psicosi alcolica sono un alto grado di sistematizzazione e progressione graduale, accompagnate dall'aggravamento dei disturbi psico-organici, un aumento del livello di aggressività e violazioni del comportamento sociale. Durante gli eccessi alcolici, i pazienti mostrano spesso crudeltà verso le loro mogli o conviventi, percosse e persino omicidi sono possibili. Il decorso della psicosi è cronico, si osservano esacerbazioni periodiche. Il trattamento del delirio alcolico della gelosia viene effettuato da specialisti nel campo della narcologia e della psichiatria.

    sindrome di psychoorganic. Di solito, la malattia si verifica in pazienti con accentazione di carattere epileptoide o paranoico. Anche prima dell'inizio della malattia, questi pazienti sono egocentrici, diffidenti, sospettosi, inclini a regolare rigidamente la vita degli altri e richiedono una stretta osservanza delle regole che hanno stabilito.

    Nel periodo premorboso, c'è spesso la tendenza a formare idee sopravvalutate. La maggior parte dei pazienti ha un ciclo di alcolismo continuo a lungo termine (dieci anni o più). Ci sono spesso segni di degradazione della personalità alcolica. Nell'anamnesi c'è una febbre bianca e altre psicosi alcoliche. Potrebbero esserci gravi violazioni degli organi interni, encefalopatia alcolica, polineurite alcolica e altre malattie causate dall'alcolismo cronico.

    di una sindrome astinente. Dopo un po 'l'interpretazione delirante degli eventi reali si verifica non solo quando si beve alcolici, ma anche in uno stato sobrio. Nelle fasi iniziali della malattia, un ruolo reale è giocato dal reale deterioramento della relazione tra i coniugi, causata dal bere prolungato del paziente.

    Poiché il paziente non ha senso, in parte in base alla situazione attuale della famiglia (conflitti, dettagli delle relazioni, ecc.), Le sue idee e le sue affermazioni inizialmente sembrano abbastanza plausibili per gli altri. Successivamente, le sciocchezze perdono sempre più la loro connessione con la realtà, sono sistematizzate, cristallizzate e "ricoperte" da una moltitudine di dettagli. Durante questo periodo, le illusioni si presentano spesso sotto forma di accenni ironici o sarcastici, frammenti di conversazioni e frasi casuali in cui le persone attorno discutono sulla situazione familiare del paziente.

    Il paziente diventa più attivo. I suoi rimproveri verbali sono completati da azioni per "denunciare" la moglie presumibilmente scorretta. Il paziente organizza lo shadowing, provoca la moglie, crea situazioni in cui il tradimento "uscirà" e sarà dimostrato. Durante l'esistenza dell'URSS, i pazienti con delirio di gelosia si rivolgevano spesso a sindacati e altre organizzazioni, chiedendo di contribuire alla preservazione della famiglia. Attualmente, il numero di tali azioni è chiaramente diminuito per ovvi motivi, ma i pazienti possono fare visita ai superiori dei coniugi, chiedendo di "tracciare" o "fermare il brutto comportamento della moglie".

    Nel seguito, la situazione è ulteriormente aggravata, confabulazioni (false memorie) su eventi passati sorgono. Il paziente afferma che il coniuge non solo non mantiene la fedeltà al momento attuale, ma lo ha anche tradito per tutta la sua vita familiare. Crede che i bambini comuni non nascano da lui, ma da un amante (o amanti), che influisce maggiormente negativamente sul suo atteggiamento nei confronti dei bambini. A sostegno del suo delirio, la paziente cita numerosi "fatti", generati da false memorie (storie di altre persone, presenza personale al fatto di tradimento). In questo caso, il paziente non parla mai del suo comportamento nel momento in cui è stato diagnosticato come infedele a sua moglie, anche se parla di come è stato testimone diretto dei rapporti sessuali dello sposo con un altro uomo.

    A volte il delirio della gelosia diventa più complicato e si lega a un unico sistema con altre delusioni (danni, avvelenamento, divinazione). Il comportamento del paziente diventa più aggressivo, spesso sadico. Atti di violenza fisica contro altri membri della famiglia (presumibilmente moglie scorretta, figli "estranei", che coprono "la suocera della moglie, ecc.) Stanno diventando più frequenti. C'è il vero pericolo di uccidere sua moglie. L'aggressività nei confronti dell'avversario appare molto meno spesso, anche se l'amante della moglie è familiare al paziente. A volte la malattia rimane non riconosciuta per un lungo periodo, poiché i pazienti continuano a comportarsi come al solito esternamente e a "mantenere i sospetti a se stessi" fino a quando l'illusione non è completa. In questi casi, l'omicidio premeditato della moglie può diventare la prima prova della malattia.

    I pazienti affetti da questa psicosi alcolica rappresentano un grande pericolo per gli altri. Dal momento che tali pazienti tendono a nascondere la loro condizione ai medici, quando il sospetto di delirio alcolico di gelosia conduce un'indagine estesa o utilizza un campione con alcol etilico. Una soluzione al 20% di alcol etilico viene iniettata per via endovenosa, dopo 10-15 minuti, si verifica intossicazione da alcool, accompagnata da una esacerbazione di idee deliranti. Di conseguenza, il paziente condivide con il medico i suoi sospetti e problemi legati alla "infedeltà" del coniuge.

    dipartimento psichiatrico o narcologico. I pazienti sono sottoposti a terapia di disintossicazione, somministrano grandi dosi di vitamine e prescrivono antipsicotici. Nelle fasi iniziali, specialmente con un delirio persistente e profondo, viene usato il coma insulinico. La terapia farmacologica è completata da effetti psicoterapeutici. Trattano la dipendenza da alcol. I pazienti vengono dimessi solo dopo la riduzione delle idee deliranti e la scomparsa delle tendenze aggressive.

    Va tenuto presente che i pazienti possono ingannare i parenti e gli operatori sanitari dissimulando i sintomi della malattia, assicurando ad altri il loro recupero e richiedendo un estratto. Al fine di prevenire il pericolo per gli altri, un estratto in questi casi è fatto solo dalla decisione della commissione medica. Entro 3 anni dopo la dimissione, i pazienti sono osservati nel narcologo e nello psichiatra. Quando esacerbano il delirio, vengono immediatamente ricoverati. Se il paziente rifiuta il trattamento, è indicato il ricovero forzato.

    La prognosi per questa patologia è dubbia. In molti pazienti le idee deliranti persistono anche dopo un completo rifiuto di bere alcolici. Tuttavia, con un trattamento qualificato e l'osservanza di uno stile di vita sobrio, il delirio si indebolisce gradualmente, anche se non sempre scompare completamente. I pazienti dicono che "perdonano" il loro coniuge, considerano il passato poco importante e vogliono migliorare i rapporti. Approssimativamente nel 30% dei casi entro diversi anni dalla cessazione dell'uso di bevande alcoliche, il recupero è quasi completo.

    Se il paziente continua a prendere alcol, i sintomi della psicosi persistono. L'unica ragione per la diminuzione dell'intensità e del valore delle idee deliranti man mano che l'età del paziente aumenta è il crescente declino intellettuale e cognitivo causato dai cambiamenti organici nel cervello. Nei pazienti anziani, il numero di false memorie aumenta, mentre il delirio della gelosia in qualche modo perde la sua gravità ed è parzialmente sostituito da delusioni di danno.