Encefalopatia da alcol: cause, sintomi, diagnosi e terapia

Encefalopatia da alcol - danni alle cellule cerebrali a causa del consumo di alcol. Di solito si sviluppa alla fine del II - inizio dell'III stadio dell'alcolismo, sebbene sia possibile un inizio precedente. Può verificarsi in modo acuto o cronico. È accompagnato da disturbi mentali, somatici e neurologici. Degrado caratteristico dell'appetito, perdita di peso, deterioramento della coordinazione dei movimenti, affaticamento costante, ansia, instabilità dell'umore e disturbi della memoria. Sono possibili disturbi deliranti e allucinatori. Il trattamento è conservativo.

  • Cause dello sviluppo delle encefalopatie alcoliche
  • Encefalopatia alcolica acuta
  • Encefalopatia alcolica cronica
  • Diagnosi e terapia dell'encefalopatia alcolica
  • Encefalopatia alcolica - trattamento

  • Encefalopatia da alcol



    encefalopatia - una malattia accompagnata dalla distruzione delle cellule cerebrali sotto l'influenza dell'alcool. La malattia, di regola, avviene poco prima della transizione o dopo la transizione dell'II stadio dell'alcolismo in III. La durata dell'uso costante di alcool prima della comparsa dei primi sintomi varia da 7 a 20 anni, ma è possibile che la malattia inizi prima. In alcuni casi, i sintomi possono verificarsi in assenza di alcolismo sullo sfondo di uso periodico di alcol.

    L'encefalopatia da alcol è una malattia grave e richiede un trattamento tempestivo. Il numero di decessi in questa patologia secondo vari esperti nel campo della narcologia è del 30-70%. In altri casi, l'esito è solitamente un disturbo mentale di gravità variabile. Possibile sviluppo di sindrome psychoorganic, sindrome pseudo-paralitica o demenza. Il trattamento dell'encefalopatia alcolica è lungo, effettuato in un ospedale narcologico.

    edema del cervello.

    A seconda del tasso di sviluppo, dei sintomi prevalenti, delle caratteristiche del flusso e delle opzioni di esito, ci sono due gruppi di encefalopatie alcoliche: acuta e cronica. Tra le encefalopatie acute figurano la poliencefalite emorragica (sindrome di Guye-Wernicke), l'encefalopatia acuta attenuata e l'encefalopatia con corso fulminante. Nella storia di pazienti con encephalopatiya cronico, di regola, le psicosi alcoliche severe o encephalopathies affilato sono rivelate. Esistono due forme di encefalopatia alcolica cronica: la psicosi di Korsakov (paralisi alcolica, psicosi polineurica) e pseudo-paralisi alcolica.

    astenia in combinazione con disturbi del sonno e dell'appetito. I pazienti provano disgusto per alimenti ricchi di grassi e proteine ​​e preferiscono cibi ricchi di carboidrati, che contribuisce all'aggravamento dei disturbi metabolici già presenti. A volte si sviluppa anoressia. Le violazioni dal tratto gastrointestinale sono rivelate. Spesso (specialmente al mattino) c'è nausea e vomito. Possibile dolore addominale, eruttazione, bruciore di stomaco e disturbi delle feci. La condizione fisica dei pazienti si deteriora rapidamente, il peso diminuisce e l'esaurimento aumenta. Ci possono essere segni di polineuropatia alcolica.

    Encefalopatia di Gaye-Wernicke nella versione classica inizia con un delirio di moderata severità. I pazienti compaiono illusioni visive e allucinazioni frammentarie monotone in combinazione con movimenti ripetitivi complessi. I periodi di eccitazione sono sostituiti da brevi episodi di immobilità, il tono muscolare durante tali episodi rimane elevato. I pazienti che borbottano o gridano, la comunicazione produttiva diventa impossibile.

    C'è un gonfiore del viso combinato con un esaurimento generale. C'è atassia, si manifestano molteplici disturbi neurologici (nistagmo, diverse dimensioni della pupilla, paresi indistintamente espressa, ecc.). La temperatura corporea è aumentata, il polso e la respirazione sono più frequenti, c'è una tendenza a diminuire la pressione sanguigna quando le condizioni generali peggiorano. Da parte del sistema digestivo, vengono rilevati uno scolorimento della lingua (cremisi) e l'ingrandimento del fegato. Possibili disturbi delle feci. A mano a mano che la sintomatologia clinica peggiora, sorgono disordini progressivi di coscienza - da lieve stordimento a stupore. Nei casi più gravi, si sviluppa un coma.

    La morte può verificarsi 10-15 giorni dopo l'inizio dei primi sintomi di delirio. La probabilità di un esito letale aumenta quando sono collegate malattie intercorrenti - polmonite, piaghe da decubito, ecc. Con uno sviluppo favorevole degli eventi, il delirio dura da 3 settimane a 15 mesi. Il risultato della malattia è la sindrome psico-organica, espressa nell'impotenza mentale, nella menomazione della memoria e nella perdita della capacità di adattarsi alla vita di tutti i giorni. Nei pazienti che soffrono di una sfera volontaria, ridotta capacità di lavorare e il livello di resistenza allo stress. La transizione dell'encefalopatia alcolica acuta in una cronica è possibile.

    Encefalopatia acuta attenuata inizia con i precursori sotto forma di astenia, deterioramento dell'umore, perdita di appetito e disturbi del sonno. C'è un'ansia marcata e una tendenza all'ipocondria. I disturbi neurologici sono rappresentati da opaca neurite. Il periodo prodromico dura 1-2 mesi, poi si sviluppa il delirio. Dopo essere usciti dalla psicosi, ci sono fenomeni residui sotto forma di astenia e lunghi, scarsamente suscettibili di correzione medica dei disturbi della memoria.

    Il modulo coperto l'encefalopatia alcolica è caratterizzata da rapido sviluppo e decorso avverso con esiti letali frequenti. La durata dei precursori è di circa 3 settimane. Poi c'è una grave psicosi, accompagnata da gravi disturbi neurologici e somatici. La temperatura corporea sale a 40-41 gradi, si osservano disturbi progressivi della coscienza. Entro pochi giorni arriva il coma e poi la morte. Nei pazienti sopravvissuti, dopo la cessazione del delirio, si sviluppa una sindrome pseudoparalitica - disattenzione, una sensazione di completa soddisfazione verso se stessi e gli altri, insieme a una mancanza di critica, una rivalutazione delle proprie capacità e un comportamento assurdo.

    demenza con la perdita di conoscenze e competenze precedenti, disturbi della memoria e una diminuzione delle critiche alla loro condizione. C'è un grossolano (maleducazione, cinismo) in combinazione con forti sbalzi d'umore. I sintomi neurologici sono rappresentati da polineurite, disturbi del linguaggio, tremori dei muscoli delle mani e del viso.

    medico-narcologo individualmente, a seconda del caso specifico. È possibile cucire l'impianto, utilizzare trattamenti medicamentosi, terapia ipnosuggestione o codifica di Dovzhenko. È consigliabile condurre una riabilitazione complessa con successiva supervisione da parte di uno specialista, una visita a uno psicoterapeuta o gruppi di sostegno.