Una cattiva ecologia provoca idronefrosi

L'idronefrosi è un'estensione del sistema collettivo del rene, che si origina come conseguenza dell'aspetto di un'ostruzione all'uscita urinaria. Questo ostacolo si forma, di regola, all'incrocio dell'uretere e del bacino.

La prevalenza di idronefrosi tra i bambini è del 2% tra tutte le malattie renali, tra gli adulti - 38%. L'idronefrosi bilaterale è raramente osservata: nel 9% dei pazienti con malattia renale. La malattia è registrata a qualsiasi età, ma la più grande frequenza di rilevamento è da 25 a 35 anni. Fino a 20 anni, la frequenza della malattia tra donne e uomini è la stessa. All'età di 20-60 anni, l'idronefrosi è 15 volte più frequente nelle donne. Nel gruppo di pazienti di età superiore a 60 anni predominano gli uomini.

Cause acquisite idronefrosi - calcolosi urinaria, tumori, traumi, e altri che provoca tra le altre e avverse condizioni ambientali, in particolare l'aria sporca, prodotti alimentari di bassa qualità e l'acqua

Un abitante urbano moderno è stato così abituato all'odore dei gas di scarico fin dall'infanzia che non se ne accorge nemmeno, continuando a respirare un fuoco velenoso. In media, un abitante conta più di 100 chilogrammi di sostanze inquinanti all'anno. Tale aria con noi ovunque - per strada, a casa e soprattutto in macchina. In giorni particolarmente sfavorevoli, le grandi città sono sotto un denso smog.

La maggior parte dei residenti di grandi città industriali non sospettano nemmeno la loro salute a causa degli scarichi delle automobili, che contengono più di 200 sostanze chimiche. Secondo gli scienziati spagnoli, 225mila persone in Europa muoiono per malattie causate dai gas di scarico.

Gli scarichi contengono metalli tossici pesanti, incluso il piombo, che causa una serie di gravi malattie. Il composto più pericoloso nella composizione dei gas di scarico è il monossido di carbonio (CO). Entrando nel sangue, sposta il ferro, che è il centro dell'emoglobina, dopo di che una persona muore.

L'effetto delle sostanze tossiche dipende dalla suscettibilità individuale. Nel gruppo a rischio: bambini, donne e anziani. Questo problema può essere risolto solo solo attraverso un approccio integrato che coinvolge veicoli trasferimento a un carburante più rispettosi dell'ambiente, l'uso di catalizzatori, aumentare spazi verdi in città, così come l'adozione di una serie di misure organizzative per regolare la circolazione dei veicoli in città, al fine di la sua ottimizzazione, oltre a condurre un monitoraggio automatico permanente dello stato dell'aria atmosferica.

Le impurità nocive nell'aria agiscono, di regola, in modo complesso, riducendo, tra le altre cose, l'immunità e provocando una varietà di malattie, incluso il sistema genito-urinario.

SO2 (anidride solforosa, biossido di zolfo)

Trovato su piante dove lavorano con minerali zolfo fuso o altri materiali contaminati da solfuri, o bruciano combustibili contenenti zolfo (carbone, coke scisti, olio e zolfo al.).

È presente nell'atmosfera delle città.

È usato come materia prima per la produzione di H2SO4. e Na2S; per sbiancare paglia, cellulosa, lana, seta, farina di mais, zucchero; come conservante; come refrigerante; in alcune produzioni di chimica organica; per la disinfezione.

Ossido di azoto (ossido) NO

Gas incolore. A contatto con l'aria, viene rapidamente ossidato in NO2.

NO2 (biossido di azoto)

Si verifica quando conc. acido nitrico (ad esempio, quando nitrating cellulosa, glicerina, durante incisione rame e leghe di rame). È usato come agente nitrating; un catalizzatore omogeneo nella produzione di acido solforico con un metodo a camera (torre). Ottenere. Un prodotto intermedio dell'ossidazione dell'ammoniaca nella produzione di acido nitrico. Gas marrone con odore soffocante. Con acqua e soluzioni di alcali forma una miscela di acidi nitrico e nitroso o, rispettivamente, i loro sali. Forte ossidante: carbone, zolfo, fosforo, composti organici si accendono. Esplode in una miscela con ammoniaca liquida, idrogeno, CO, H2S, metano, butano.

СО2 (anidride carbonica (anidride carbonica, anidride carbonica))

Si verifica in composizione del gas di origine vulcanica e fonti sotterranee del settore nelle miniere, nelle miniere, gallerie, pozzi, cassoni, la combustione di combustibile in fabbriche di zucchero (per la pulizia e la riparazione di caldaie gassate). Soprattutto un sacco di CO2 si trova dove si verificano i processi di fermentazione, decadimento o combustione di sostanze organiche.

Viene utilizzato nella produzione di zucchero, birra, acqua gassata, per la produzione; per la produzione di soda (bicarbonato di sodio), carbonato di ammonio e bicarbonato, bianco piombo, urea e acidi idrossicarbossilici; come mezzo inerte nella conduzione di alcune reazioni; come refrigerante in un reattore di grafite; Come gas di pompaggio per il trasferimento di liquidi infiammabili; nella metallurgia; in forma liquida come refrigerante.

Odore e sapore aspro del gas incolore. Alla stessa temperatura, con ammoniaca, produce urea, con disolfuro di carbonio in presenza di rame, zolfo e monossido di carbonio. Reagisce con molti composti organici, carbossilandoli.

Ossido di carbonio CO (monossido di carbonio)

Gas senza colore e odore. Toxic. In avvelenamento acuto, mal di testa, vertigini, nausea, debolezza, mancanza di respiro, battito cardiaco accelerato. Possibile perdita di coscienza, convulsioni, coma, alterazione della circolazione sanguigna e della respirazione. Con l'avvelenamento cronico, c'è un mal di testa, insonnia, instabilità emotiva, attenzione e memoria peggiorano. Possibili lesioni organiche del sistema nervoso, spasmi vascolari. Rapidamente ossidato a CO2.

ClO2 (diossido di cloro)

Si verifica nella combustione di formulazioni contenenti erbe saline, ecc. Usato come candeggina; per la sterilizzazione e la deodorizzazione di acqua e prodotti alimentari (solitamente preparati in loco e utilizzati sotto forma di miscela al 10% con aria).

È ottenuto dall'interazione di NaClO2 con conc. H2SO4.

Ammoniaca NH3

Gas incolore con un forte odore soffocante e sapore acre. È velenoso. Membrane mucose fortemente irritanti. L'avvelenamento acuto causa danni agli occhi e alle vie respiratorie, respiro corto e polmonite.

Per effetto fisiologico sull'organismo appartiene al gruppo di sostanze soffocanti e neurotropic, capace inalazione lesione causa edema polmonare tossico e gravi danni al sistema nervoso. L'ammoniaca ha effetti sia locali che di riassorbimento. Il vapore di ammoniaca irrita fortemente le mucose degli occhi e degli organi respiratori, così come la pelle. Questo percepiamo come un odore acuto. fumi di ammoniaca provocano eccessiva lacrimazione, dolore oculare, ustioni chimiche della cornea e della congiuntiva, perdita della vista, tosse, arrossamento e prurito della pelle. Quando l'ammoniaca liquefatta e le sue soluzioni vengono a contatto con la pelle, si verifica bruciore, è possibile una bruciatura chimica con bolle e ulcerazione.

Ozone O3

Gas blu esplosivo con un forte odore caratteristico. Uccide i microrganismi, quindi è usato per purificare l'acqua e l'aria (ozonizzazione). Tuttavia, nell'aria sono permesse solo concentrazioni molto piccole. L'ozono è estremamente tossico (più del monossido di carbonio CO).

L'elevata capacità ossidante dell'ozono e la formazione in molte reazioni con la sua partecipazione di radicali liberi dell'ossigeno determinano la sua elevata tossicità.

L'effetto più pericoloso: il sistema di irritazione delle vie respiratorie e danni ai tessuti diretti, colesterolo nel sangue per formare forme insolubili, che porta ad aterosclerosi.

Benzene

La sostanza irrita gravemente la pelle e il tratto respiratorio e ha anche un effetto corrosivo sugli occhi. L'inalazione di vapori può causare edema polmonare. L'esposizione ripetuta può avere effetti sul fegato, reni, tiroide, emopoiesi del sistema nervoso centrale con conseguente disturbi funzionali e anemia. La sostanza è probabilmente cancerogena per l'uomo.

Con una breve inalazione di vapore di benzene, non vi è avvelenamento immediato, quindi fino a poco tempo fa, l'ordine di lavoro con il benzene non è regolato in modo specifico. In dosi elevate, il benzene provoca nausea e vertigini e, in alcuni casi gravi, l'avvelenamento può portare alla morte. I vapori di benzene possono penetrare nella pelle intatta. Se il corpo umano è esposto a un'esposizione prolungata al benzene in piccole quantità, le conseguenze possono anche essere molto gravi. In questo caso, l'avvelenamento cronico con benzene può causare leucemia (tumore del sangue) e anemia (mancanza di emoglobina nel sangue). Un forte cancerogeno.

Toluene (metilbenzene)

Le coppie possono penetrare la cute intatta e il sistema respiratorio, causare danni al sistema nervoso (confusione, disturbi dell'apparato vestibolare), compreso irreversibile. Pertanto, è necessario lavorare con toluene e solventi in cui entra, in guanti di gomma resistenti in una stanza ben ventilata o sotto una corrente d'aria.

Formaldeide

Irritante per gli occhi, la pelle e le vie respiratorie. L'inalazione della sostanza può causare edema polmonare

È elencato nella lista degli agenti cancerogeni. Ha tossicità, influisce negativamente sul materiale genetico, sugli organi riproduttivi, sul tratto respiratorio, sugli occhi e sulla pelle. Ha un forte effetto sul sistema nervoso centrale.

I sintomi di formaldeide avvelenamento cronico (vale a dire, quando la stanza è costantemente presente un abbastanza elevata concentrazione di formaldeide) - pallore, stanchezza, perdita di coscienza, depressione, mancanza di respiro, mal di testa, convulsioni, non sono rari durante la notte.
Influisce negativamente sul materiale genetico, sugli organi riproduttivi, sul tratto respiratorio, sugli occhi, sulla pelle. Ha un forte effetto sul sistema nervoso centrale.

Quando inalate grandi concentrazioni di formaldeide, può verificarsi una morte improvvisa a causa dell'edema e dello spasmo della glottide. Il pericolo di formaldeide per una persona in particolare dipende dallo stato delle forze protettive del corpo umano. Ma più bassa è la concentrazione di formaldeide, minore è il rischio di effetti negativi sulla salute.

Phenol

Toxic. In avvelenamento acuto, insufficienza respiratoria, CNS. Con avvelenamento cronico, la violazione del fegato e dei reni.

Il fenolo è tossico. Provoca una disfunzione del sistema nervoso. Polvere, vapori e soluzione di fenolo irritano le mucose degli occhi, delle vie respiratorie, della pelle.

Entrando nel corpo, il fenolo viene assorbito molto velocemente anche attraverso le aree intatte della pelle e dopo pochi minuti inizia a interessare il tessuto cerebrale. Prima, c'è una breve eccitazione e poi una paralisi del centro respiratorio. Anche con dosi minime di fenolo, si osservano starnuti, tosse, mal di testa, vertigini, pallore, nausea, perdita di forza. I casi gravi di avvelenamento sono caratterizzate da perdita di coscienza, cianosi, mancanza di respiro, sensazione di intorpidimento della cornea, di impulso, piuttosto, appena percettibile, sudore freddo, spesso convulsioni. Spesso il fenolo è la causa del cancro.

In caso di avvelenamento acuto che accompagna l'ingestione di fenolo sulla pelle o l'inalazione dei suoi fumi, si verificano gravi bruciature in luoghi esposti ai suoi effetti diretti. Bruciature di mucose compaiono; c'è un forte dolore alla bocca, alla gola, allo stomaco; nausea, vomito, diarrea; pallore tagliente, debolezza, edema polmonare; possibili manifestazioni allergiche acute; la pressione arteriosa è diminuita; si sviluppa insufficienza cardiopolmonare, sono possibili i crampi; urina marrone, si scurisce rapidamente nell'aria.

Stirene

In avvelenamento acuto, danni al SNC, cianosi, abbassamento della temperatura corporea. Con avvelenamento cronico, danni al sistema circolatorio, al fegato e ai reni. Ha una marcata attività mutagena e cancerogena (leucemia, linfoma). I vapori di stirene irritano le mucose.

Le acque reflue dell'industria, non sufficientemente purificate, contengono metalli pesanti, elementi radioattivi, idrocarburi aromatici policiclici, fenoli, prodotti petroliferi, ecc.

I metalli pesanti (esclusi i metalli nobili e rari) includono metalli la cui densità supera 8000 kg /m3. Questo piombo, rame, zinco, nichel, cadmio, cobalto, antimonio, bismuto, mercurio, stagno, vanadio, cromo, ferro, manganese, ecc Così come arsenico. Molti di loro sono in grado di causare gravi malattie degli organi interni, compresi i reni, nonché neoplasie maligne.

A seconda del grado di pericolo, i metalli pesanti sono suddivisi in classi. La prima (più pericolosa) classe include arsenico, mercurio, selenio, piombo, zinco; alla seconda classe - cobalto, nichel, rame, molibdeno, antimonio, cromo; alla terza classe - vanadio, tungsteno, manganese, stronzio. Quanto sopra metallo pesante classe di pericolo, minore è la dose che causa effetti tossici, mutageni o cancerogeni, minore è la sua concentrazione massima ammissibile in atmosfera, suolo, acqua, cibo.

L'elenco di tutte le sostanze organiche sintetizzate sarebbe di molti milioni di nomi. Una parte significativa di queste sostanze, come già noto, ha proprietà cancerogene e mutagene. Il più noto della classe degli idrocarburi poliaromatici (IPA) è il benz (a) pirene. Questa sostanza si forma durante la combustione di combustibili organici. Pertanto, la sua concentrazione attorno alle imprese del complesso di combustibili ed energia, stazioni di caldaia di approvvigionamento di calore, in luoghi di congestione o movimento di trasporto automobilistico è particolarmente elevata. Questa sostanza appartiene alla prima classe di pericolo e causa malattie oncologiche, specialmente ad alte concentrazioni nell'ambiente.