La cattiva alimentazione e la contaminazione degli alimenti provocano la sindrome di stomaco irritata

Funzionale ipersecrezione gastrica (sindrome irritabile stomaco, iperacidità stato) - una condizione patologica che è comunemente indicato come "acido dello stomaco", e medici descritti come un aumento della secrezione succo gastrico e acidità gastrica.

La sindrome dello stomaco irritabile è una patologia abbastanza comune, si verifica in circa l'80% della popolazione.

Fondamentalmente, la secrezione gastrica è aumentata a causa della malnutrizione.

Colpa per questo:

- Dieta prolungata di carboidrati proteici, cibo in condizioni asciutte;
- un gran numero di condimenti che stimolano la secrezione gastrica; - trattamento a lungo termine con farmaci steroidei;
- alcol.

Inoltre, l'ipersecrezione funzionale gastrica può verificarsi con agitazione mentale, stress e anche nella fase iniziale della tireotossicosi.

Inoltre, un brutto ruolo nello sviluppo delle malattie gastrointestinali appartiene alla scarsa ecologia e alla contaminazione del cibo.

Già nel processo di crescita delle piante, alcuni di loro possono accumulare nitrati in una forma che è scarsamente escreta dal corpo dall'applicazione eccessiva di fertilizzanti contenenti azoto. Il Ministero della Salute dell'Ucraina, riassumendo tutte le informazioni conosciute sul contenuto di nitrati nelle verdure, le ha classificate in questo modo:

- Basso contenuto di nitrati (10 - 150 mg /kg): piselli, pomodori, peperoni dolci, aglio, patate, cipolle, carote tardive;

- contenuto di nitrato vicino (150 - 700 mg /kg): cetrioli,

- Late cavoli, cipolle verdi in un terreno aperto, squash, zucchine, zucca, cipolle - porri, acetosa, primi carote, radice di prezzemolo, cavolfiori (autunno);

- con un alto contenuto di nitrati (700 - 1500 mg /kg): colore iniziale e cavoli, barbabietole rosse, sedano, navone, rapa, ravanelli, ravanello e in piena terra, erba cipollina (serra);

- con un livello molto alto di nitrato (1500-4000 mg /kg): lattuga, barbabietola da zucchero, spinaci, aneto, foglie di barbabietola da tavola e prezzemolo, sedano.

L'accumulo di azoto può verificarsi con la mancanza di zolfo nel terreno. La mancanza di aminoacidi contenenti zolfo impedisce la sintesi di proteine ​​e quindi la sintesi dell'enzima nitrato reduttasi. Pertanto, i nitrati vengono trattenuti nei tessuti vegetali in uno stato non metabolizzato.

Inoltre, le piante possono accumulare gradualmente metalli pesanti se sono presenti nell'ambiente naturale. Quando l'inquinamento della natura con composti di piombo dai gas di scarico dei veicoli, le piante raccolgono più piombo per mezzo di foglie che con l'aiuto del sistema radicale. Mentre piombo viene ingerito dal circuito di alimentazione del cibo vegetale attraverso il fegato ed i reni dei ruminanti, soprattutto il mercurio si accumula nei pesci e molluschi nel fegato e nei reni dei mammiferi. Il cadmio entra nel corpo umano da cibo vegetale, carne (frattaglie) e funghi commestibili.

Un ampio gruppo di contaminanti pericolosi sono radionuclidi. Il cibo impianto può essere visto particolarmente spesso stronzio - 8990 iodio - 131 cesio - 137 bario - 140 Potassio - 40 carbonio - 14 trizio - 3.

Tutti i radionuclidi possono essere assimilati da vari organismi e quindi entrare nel cibo.

I radionuclidi entrano in una forte interazione con composti organici o sostituiscono le cellule nelle cellule, svolgendo lo stesso ruolo funzionale. Per i radionuclidi a lunga vita, viene stabilita una concentrazione costante negli organismi viventi. Tra il ruolo primario di radionuclidi naturali (circa il 90% dell'attività totale) appartiene potassio - 40. Elemento di potassio, in cui la proporzione di potassio - 40 è tipicamente una certa percentuale di ingerito con cibo vegetale o latte (il contenuto di potassio di 14 a 1 g l).

Il restante 10% dell'attività di radionuclidi naturali ottiene la frazione di carbonio - 14 che è contenuto in tutti i composti organici, nonché alcuni altri elementi radionuclidi.

Tra i radionuclidi artificiali svolgere un importante ruolo di iodio - 131 cesio - 137 stronzio - 90.

Dopo l'incidente del reattore nucleare di Chernobyl (aprile 1986), è stata scoperta per la prima volta la più forte contaminazione con radionuclidi di iodio-131 fonti di radiazioni beta e gamma. A causa della ridotta emivita comparativa di questo radionuclide (8 giorni), il suo effetto fisiologico sugli esseri umani dura quasi solo per circa 60 giorni.

Durante questo periodo (quasi 74 emivite), l'attività di iodio diminuisce 136 volte. Lo iodio radioattivo entra nel corpo umano insieme a latte fresco, verdure fresche e uova. Entrando nel corpo lo iodio si accumula nella ghiandola tiroidea, contaminandolo in misura maggiore rispetto ad altri organi.

Effetti significativamente più lunghi sull'ambiente delle beta - emissioni di cesio - 137 e stronzio - 90 con un'emivita di 30 e 28 anni, rispettivamente. Il cesio dopo l'assorbimento delle radici viene distribuito tra tutte le parti della pianta. Si accumula nei funghi. Il cesio entra nel corpo umano principalmente con latticini e prodotti a base di carne, così come il pane. Negli intestini di cesio è quasi completamente assorbito. Per la parte depositata nel tessuto muscolare, il periodo biologico dell'emivita di eliminazione è tipico di 50 a 200 giorni. Quando rientrando radiocesio accumulata nel corpo, con una sconfitta può raggiungere dimensioni ragguardevoli, poiché, anche se la radiazione beta agisce sul tessuto ad una profondità di pochi millimetri, la sua capacità ionizzante è molto maggiore di quella dei raggi X.

Lo stronzio - 90 è molto più lungo di quanto il cesio sia trattenuto nel corpo umano. Entra nel corpo, principalmente con cibo vegetale, latticini e uova. Poiché lo stronzio-90 insieme al calcio si deposita principalmente nelle ossa, il midollo osseo responsabile del funzionamento del sistema circolatorio è il carico principale in caso di danni al corpo.

L'accumulo di radionuclidi in alcuni organi e tessuti porta a conseguenze più pericolose rispetto alla loro distribuzione uniforme in tutto il corpo.

Dolore in funzionale ipersecrezione gastrica è dovuta a spasmo del piloro (sfintere regolazione contenuto gastrico entrare nel duodeno) e la maggiore motilità del tratto digestivo. Il dolore di solito peggiora nel periodo autunno-primavera.

Se hai la sindrome dello stomaco irritata, segui queste regole:

Mangia lentamente.

Masticare a fondo il cibo, in modo che lo stomaco sia più facile da digerire. Inoltre, pezzi di cibo scarsamente masticato possono ferire l'esofago e lo stomaco.

Rinuncia agli alimenti grassi: è difficile e a lungo digerito.

Mangia spesso, ma a poco a poco. Quindi il cibo viene assorbito meglio e meno lo stomaco.

Evita le spezie: curry, paprika, pepe e altre spezie, ovviamente, danno ai piatti un gusto speciale, ma stimolano anche la digestione. E non hai bisogno di questo, hai già un sacco di succo gastrico.

Abbandona i prodotti che contribuiscono al gonfiore. Prima di tutto da cavoli e fagioli.

Rifiuta l'alcol e la nicotina.

Alcuni farmaci danneggiano la mucosa gastrica. In questo caso, l'acido irriterà ulteriormente lo stomaco. Cerca di non assumere tali farmaci senza necessità estreme.

Evita lo stress.

Non cercare di battere il bruciore di stomaco con la soda. Certo, neutralizzi l'acido, ma avrai un gonfiore e flatulenza a causa della reazione chimica.

Non dimenticare l'attività fisica. In primo luogo, lo sport in dosi moderate tonifica tutti i sistemi e organi, e in secondo luogo, i medici raccomandano dopo un pasto non sedersi e camminare per circa 10 minuti - migliorerà il processo digestivo e contribuire ad evitare l'eccesso di peso. In assenza della necessaria attività fisica, il disturbo dei vari sistemi corporei, compreso il sistema digestivo, si sviluppa molto rapidamente.

Per prevenirli, i medici raccomandano che dopo ogni pasto non si sieda per almeno dieci minuti. Cammina un po ', lava i piatti - questo non solo riduce il rischio di sviluppare violazioni del tratto gastrointestinale, ma aiuta anche ad evitare l'eccesso di peso.

Inoltre, con tutte le malattie dello stomaco, il momento giusto per mangiare è estremamente importante. Spesso una persona ha fame tutto il giorno o ha uno spuntino all'asciutto e alla sera. Ritornare a casa, subito consuma una grande quantità di cibo. Tuttavia, una tale dieta è un modo diretto prima allo sviluppo della sindrome dello stomaco irritabile, poi della gastrite e, dopo tutto, delle ulcere allo stomaco.

I medici raccomandano di mangiare piccole porzioni, ma l'intervallo tra le dosi non dovrebbe essere troppo grande - non più di tre ore. Certo, non sempre e non tutti hanno questa opportunità, ma non dimenticare che puoi portare cibo da casa e non comprare cibo veloce.

Presta particolare attenzione a come mangi. Ricorda che il cibo deve essere accuratamente masticato. E il cibo è "in fuga" porterà al fatto che la cavità dello stomaco ottenere pezzi più grandi neprozhevannoy cibo che potrebbero ferire non solo l'esofago, ma anche la mucosa gastrica.